Ahrefs: Guida Completa al SEO Tool

da | Ago 31, 2020 | SEO | 2 commenti

SEOZoom

Ahrefs è uno dei programmi SEO più utilizzati dai professionisti e dalle agenzie SEO nel mondo.

La scelta di utilizzare questo programma è spesso dettata dal livello di esperienza e di padronanza delle tecniche SEO più avanzate, motivo per cui possiede funzionalità che possono fare una grande differenza nell’ottimizzazione di un sito web.

In questo articolo vediamo che cos’è Ahrefs, come funziona in linea generale, quali sono i vantaggi e gli strumenti di maggiore rilievo. Personalmente l’ho utilizzato e lo consiglio a tutti coloro che hanno qualche base sulla SEO e che vogliono avere quella marcia in più rispetto alla concorrenza.

Ahrefs: che cos’è?

ahrefs che cos'è

Come già anticipato Ahrefs è un software di web marketing per l’analisi SEO professionale di siti web. La suite è sia un prezioso strumento per la ricerca delle parole chiave sia uno dei tool più avanzati mai visto per la link building e quindi in generale per le pratiche di ottimizzazione più avanzate.

Rispetto ad altri programmi della stessa categoria come Seozoom e Semrush è meno popolare in Italia e questo è papabile dal numero di ricerche su questo argomento.

L’idea che mi sono fatta è che questa suite probabilmente è molto più scelta dalle agenzie e dai professionisti già competenti e che abbiano maggiore esperienza con la SEO, piuttosto che dai principianti, nonostante presenti comunque delle funzionalità alla portata di tutti.

Questo programma presenta degli strumenti che coprono la SEO a 360°, tanto da essere considerato da molti SEO Specialist il migliore software esistente per l’ottimizzazione di siti web sui motori di ricerca. Di seguito ti spiego alcune delle funzionalità più apprezzate per capire come ti può essere utile.

Ahrefs: vantaggi del SEO tool

ahrefs

Nell’ultimo periodo sto dedicando diversi articoli sull’argomento dei SEO Tool, così da orientare tutti coloro che vogliono ottimizzare un sito web e scegliere il programma migliore in base ai propri obiettivi. Quindi, se non lo hai ancora fatto ti invito a leggere gli articoli della categoria SEO.

Come dico sempre a tutti coloro che mi chiedono consiglio, la scelta del programma dipende dai tuoi obiettivi professionali, dal tuo budget e dalle tue competenze. Oggi, hai la fortuna di poter avere una scelta molto ampia in materia, infatti esistono diversi programmi.

Il mio consiglio in linea di massima è questo:

  1. Per liberi professionisti e blogger consiglio Seozoom
  2. Per piccole imprese con un budget un po’ più elevato e una discreta/buona conoscenza SEO consiglio Semrush
  3. Per aziende medie e web agency direi che Ahrefs può diventare uno dei tuoi migliori alleati

Attenzione questa non è una scala del valore dei programmi,

Perché sono tutti e tre validissimi e io stessa li utilizzo tutti, ma ovviamente ogni programma ha i suoi punti forti e i suoi punti deboli.

Per esempio nel caso Ahrefs la sua precisione nei dati è davvero notevole, così come lo è la gestione della link building che altri programmi non gestiscono a questo livello!

Ahrefs è in grado di analizzare quasi immediatamente se un sito web ti ha linkato, così puoi tenere monitorato il tuo profilo backlink e prendere eventuali misure anche in caso di attacco. Insomma, devo essere sincera la precisione di questo software è incredibile ed è il principale motivo per cui i grandi professionisti lo scelgono.

Di seguito in elenco i vantaggi più rilevanti di Ahrefs:

  • Tenere monitorata la crescita del tuo profilo backlink e della tua conseguente autorevolezza.
  • Controllare eventuali attacchi da siti spam e quindi prendere delle misure per evitare penalizzazioni.
  • Verificare i numero relativi alla ricerca organica per le keyword che ci interessano, l’aspetto pazzesco in questo caso è che Ahrefs analizza le parole su diversi motori ricerca, non solo Google.
  • Avere un quadro completo di come si stiano muovendo i tuoi concorrenti, infatti puoi sempre tenere sotto vistale nuove parole chiave per cui i  concorrenti si stanno posizionando.
  • Monitoraggio del personal branding, in pratica puoi monitorare la crescita del tuo brand sul web grazie ad avvisi personalizzati che puoi impostare e grazie ai report di crescita di eventuali chiavi brand.

 

Ahrefs: come funziona

ahrefs come funziona

Ora, come funziona Ahrefs? Seppur abbia delle funzionalità avanzate di web marketing è comunque uno strumento che di base si impara benissimo e presenta un dashboard molto intuitiva con tutto ciò di cui hai bisogno.

Le funzionalità di Ahrefs sono molte, tanto che esistono diversi menù per ogni tipologia di ricerca. In ogni caso, tra quelle più importanti e apprezzate dagli utenti troviamo:

  • Ricerca di parole chiave e di opportunità di posizionamento.
  • Studio dei concorrenti e delle strategie migliori per poterli superare in SERP.
  • Analisi completa dei siti web, con dati relativi al numero di ricerche, alle percentuali di clic e al CPC.
  • Creazione di report professionali personalizzati in base ai tuoi obiettivi.
  • Analisi del profilo backlink, la parte più interessante perché veloce e affidabile.

Ecco in dettaglio le voci del menù strumenti nella parte in alto del tool:

  • Dashboard: è la parte iniziale a cui accedi quando abiliti il tuo periodo di prova o il tuo abbonamento. Qui trovi una panoramica dei tuoi progetti e del loro andamento.
  • Alert: sezione in cui imposti le notifiche da ricevere sui miglioramenti sui motori di ricerca.
  • Site explorer: la parte in cui analizzi tutti i siti web che vuoi. Il database di Ahrefs ha un numero di parole chiave, di domini e d’ispezione backlink impressionante.
  • Content explorer: un’area in cui puoi analizzare la parte dei contenuti, quindi la SEO on page.
  • Keywords explorer: comune a tutti i programmi SEO, è lo strumento più utilizzato la ricerca delle parole chiave.
  • Rank tracker: questa parte fa riferimento al tracciamento del tuo sito web, puoi ricevere report personalizzati via email.
  • Site audit: questo è uno degli strumenti più rilevanti, sia in questo tool che in quelli sopra citati perché ti permette di scansionare nel complesso il sito e avere un elenco di potenziali errori da risolvere. Strettamente connesso alla SEO tecnica, ma non solo. Ti segnala per esempio la mancanza di titoli nelle immagini, pagine duplicate, errori 404.

 

ahrefs menù

Ahrefs: 7 giorni per 7 dollari

ahrefs abbonamento 7 giorni

I programmi professionali si pagano, ebbene sì. Potrai anche ottenere qualche informazione dai programmi gratuiti di analisi delle parole chiave, ma i dati saranno sempre approssimativi e immagino che tu non voglia basare il tuo business online sull’approssimazione. Giusto?

Il vantaggio è che la maggior parte dei programmi SEO danno la possibilità di effettuare un periodo di prova gratuita, quindi se volessi approfittare della cosa per esempio Semrush e Seozoom ti danno rispettivamente 14 giorni e 7, il che è fantastico!

La suite americana gratis per 14 giorni

La suite italiana gratis per 7 giorni

Per quanto riguarda Ahrefs la prova è quasi gratuita, dico quasi perché in realtà è 1$ al giorno che è meno di 1€ al giorno. Ti dico che anche solo per provare gli strumenti ha senso farla e se poi non vorrai accedere all’abbonamento puoi tranquillamente staccarlo il giorno prima del rinnovo (magari mettiti una sveglia per non dimenticarti!).

Ahrefs: creazione di un progetto

ahrefs nuovo progetto

Una volta che hai effettuato il pagamento di 7$ avrai accesso alle funzionalità di Ahref e potrai da subito esplorare tutte le query di ricerca che presentano delle opportunità di ricerca.

Se non hai un sito web non ti preoccupare e ignora questi passaggi, puoi fare le tue ricerche e scaricare i dati da conservare per il tuo progetto, mentre se hai un sito web inserisci un nuovo progetto seguendo questi semplici passaggi.

Clicca come dalla schermata sopra, sul tasto arancione New project.

progetto ahrefs

Appena cliccato sul pulsante inizierà una procedura guidata in cui inserirai tutti i dati del tuo progetto. Inserisci il dominio o l’url e il nome del progetto, clicca su continua.

verifica progetto ahrefs

Ora il sito web va collegato con il software, il modo migliore per farlo è quello di copiare e incollare un tag html nella parte head del tuo sito web (come si fa con Analytics). Quando hai fatto questo procedimento ti basta cliccare sul pulsante giallo Recheck status e il sito verrà riconosciuto.

site audit ahrefs

Imposta un giorno e un orario in cui far partire il Site audit, cioè una scansione automatica sul tuo sito web in modo che ti analizzi tutte le pagine e ti riporti gli eventuali errori grazie ad un report. Se preferisci farlo manualmente puoi saltare questa parte e tenere spenta la voce in alto.

aggiungi keyword al progetto su ahrefs

Da questo momento in poi arrivano le parti più interessanti, qui puoi iniziare a scrivere, oppure se ce le hai su un file importare il file delle parole chiave da monitorare nel progetto. Avere un elenco di parole da monitorare è importante perché in questo modo potrai visualizzare i progetti della tua ottimizzazione nei mesi.

Come vedi puoi inserire la geo localizzazione nella casella in alto a sinistra, io ho lasciato Italia e addirittura puoi inserire anche la regione nel caso di parole locali. Considera che potrai rivedere questa sezione e aggiungere via via tutte le keyword che ritieni essere importanti per il tuo progetto.

aggiungi competitor da analizzare ahrefs

Nell’ultimo punto il programma ti chiede d’inserire i tuoi competitor, cioè dei siti che concorrono con le parole chiave che vuoi posizionare così da analizzarli e studiarne le strategie. Questo è molto utile per capire quali sono le parole che portano maggiore traffico e le strategie di link building messe in atto grazie all’analisi del tool.

Ahrefs: strumenti Wow

ahrefs strumenti

Dopo aver visto come creare un progetto su Ahrefs vedremo insieme quali sono gli strumenti ch io definisco WOW di questo programma tanto apprezzato dai marketer.

Site explorer

Il menù di Ahrefs inizia con la Site explorer, cioè l’analisi di un sito web. Per poter accedere ti basta cliccare e inserire un nuovo sito web da analizzare.

site explorer ahrefs

Questo esempio di seguito è preso dal blog di Ahrefs che ha analizzato un sito americano molto autorevole così da spiegare come funziona l’analisi di un sito web. Tra le voci più importanti vediamo:

  • UR, la validità del profilo backlink che in questo caso è alto;
  • DR, il domain ranking cioè l’autorevolezza del sito web.
  • Backlink: il numero di link che puntano al sito in questione;
  • Referring domain, i domini che linkano il sito che nell’esempio sono moltissimi;
  • Organic keywords, il numero di parole chiave organiche che ha posizionato.
  • Organic traffic, il traffico organico generato dal sito su Google.
  • Traffic value, il valore del traffico in base al posizionamento sui motori di ricerca.

 

ahrefs site explorer

Kyword explorer/ricerca organica

Per effettuare una ricerca organica ti basta andare nel menù principale su Keywords explorer, selezionare a sinistra il motore di ricerca, che di solito è quasi sempre Google visto che è quello più utilizzato e inserire nella casella di destra il Paese.

ahrefs keywords explorer

La prima cosa che vorrei farti notare che riguarda questo punto è che rispetto ad altri programmi della stessa categoria questo ti dà la possibilità di fare una ricerca organica su vari motori di ricerca.

Puoi fare ricerche organiche sui seguenti motori di ricerca:

  • Google
  • Youtube
  • Amazon
  • Bing
  • Yahoo
  • Yandex
  • altri

Si esatto non ho sbagliato, in questa lista ci sono motori di ricerca che magari non ti aspettavi. Forse Youtube era più presumibile, ma Amazon meno. Ebbene sì, Amazon è diventato così grande da diventare un vero e proprio motore di ricerca e sono in molti a utilizzare le tecniche SEO per posizionare i propri prodotti.

Che dire invece della SEO su Youtube? Sicuramente negli ultimi anni questo argomento sta destando diverso interesse grazie alla crescita dei video degli ultimi 5 anni. La SEO su Youtube funziona molto bene, ma esattamente come accade per Google esiste una regola fondamentale per avere visibilità:

Costanza di pubblicazione.

ahrefs menù keyword research

Invece, a sinistra vedrai un altro menù. Ogni volta che selezioni uno strumento dal menù principale (quello blu in alto per intenderci!) in automatico ti apparirà un secondo menù a sinistra in cui vedrai diversi strumenti utili.

Nella prima parte vedrai una schermata con la panoramica della parola chiave, sotto ti elenco i dati più importanti da considerare.

Mentre nella seconda tutta una serie di elementi per generare dei nuovi contenuti, le keyword ideas che possono essere:

  • parole chiave precise;
  • frasi a corrispondenza esatta;
  • parole che hanno un intento simile, di solito traffico inferiore ma una maggiore opportunità di posizionamento;
  • nuove parole trovate dal programma;
  • domande, per esempio “come arrivare primi su Google?”

Guarda la schermata sotto con l’analisi della parola SEO e analizziamo insieme il contenuto.

 

ahrefs ricerca organica parola seo

Partendo dall’alto nella prima fascia abbiamo:

  • Keyword difficulty, vedrai che ci sono vari inglesismi ma una volta che sai che cosa vogliono dire non sembrano così strani! Questa è la difficoltà della parola chiave, ogni tool ha un suo modo di calcolarla, ma tutti tengono conto della concorrenza nella SERP. Quindi è alta, ma mi aspettavo peggio.
  • Search volume è il volume complessivo che la parola genera ogni mese, questo dato su Ahrefs è attendibile e un altro aspetto da considerare è anche la percentuale di persone che clicca, quindi su 30.000 utenti che leggeranno la SERP circa il 27% cliccheranno sui siti posizionati nelle prime posizionati. (Quando si prende consapevolezza di questa cosa può essere traumatico!)
  • Clicks stimati e il CPC che è il dato più importante, cioè il valore economico del clic, vale a dire quanto spenderesti se dovessi pagare per quella visita.

Più un sito è posizionato per parole chiave con un alto CPC più il valore economico dello stesso sito salirà.

  • Global volume, cioè le ricerche per Paese e di solito qui gli USA stanno in pole position.

Nella seconda e terza fascia trovi:

  • Parent topic, sarebbe una parola che ha lo stesso intento di ricerca e che di solito ha una maggiore opportunità di posizionamento.
  • Grafico con la storia del posizionamento, questo è interessante quando ti vuoi studiare la storia di una determinata ricerca per vedere le oscillazioni nel tempo e i siti che invece hanno mantenuto una stabilità.
  • Risultati in SERP, di solito si valutano e analizzano i primi 10 risultati perché sono i più rilevanti e perché dalla seconda pagina in poi è il buio della SEO.

 

Ricerca a pagamento

ahrefs ricerca a pagamento

Notevole anche l’aspetto della ricerca a pagamento, questa voce si attiva solo quando effettivamente il sito utilizza le ADS quindi non sempre. Se si tratta di un competitor ben posizionato e che quindi utilizza anche l’advertising sicuramente troverai dei dati utili anche qui per creare le tue strategie.

Site audit

ahrefs site audit

Il site audit è uno di quegli elementi che una volta che scopri non puoi più lasciare, perché capita spesso che alcuni siti non riescano a crescere senza individuare il reale problema. Ecco che il site audit può dare un amano enorme in questi casi, così da individuare e correggere i problemi del sito web.

Questo programma agisce con una scansione completa del sito e ti suggerisce il elenco una serie di errori da correggere. Non ti allarmare se ne dovessi vedere tanti, alcuni sono gravi altri meno e possono essere risolti facilmente.

Consigli SEO 2020 dal Canale Youtube di Ahrefs

Il Canale Youtube dell’azienda è molto attivo così come anche il Blog Ahrefs, quindi ti consiglio di dargli un’occhiata se vuoi approfondire come ottimizzare siti web e blog in modo professionale. Al suo interno troverai spunti, consigli e riflessioni su come portare il tuo sito a scalare la SERP dei motori di ricerca.

Conclusione

A questo punto hai visto le grandi potenzialità di un tool SEO professionale come Ahrefs, ma anche altri strumenti che io stessa utilizzo e che funzionano in modo similare come Semrush e Seozoom.  Quindi non ti resta altro che provare a utilizzarli per scoprire quale sia il programma ideale per te.

Ecco tutti e tre i siti dove poter attivare le prove:

Come ti dicevo all’inizio della recensione puoi attivare una prova di Ahrefs pagando solo 1$ al giorno per 7 giorni e sfruttare tutti gli strumenti che hai visto quasi gratis.

Mi auguro che questa Guida su Ahrefs ti sia stata utile per capire qualcosa di più su questo tool e in generale sulla SEO. E tu, quali programmi stai utilizzando per far crescere il tuo sito web? Scrivilo nei commenti.

Nadia

SEOZoom
guida come creare un sito web di successo

CATEGORIE

NADIA KASA

imparare wordpress

Ciao! Mi chiamo Nadia Kasa e da settembre 2019 ho creato questo Blog per dare consigli sulla Creazione di progetti online efficaci, grazie al Blogging e all’Ottimizzazione SEO.

Contattami per la Realizzazione di siti web in WordPress e per Consulenze SEO.

Ultimi articoli

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

2 Commenti

  1. Kyle Finazzo

    Sei bravissima a creare contenuti, Nadia. Sai come fare il tuo lavoro!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *