Comprare un dominio: dal nome di dominio alle estensioni web fino alla creazione del sito

da | 22 Set 2020 | Domini e Siti web

siteground banner

Se stai pensando di comprare un dominio probabilmente vuoi creare un sito web e quindi ti stai addentrando in una nuova avventura.

Come in tutte le avventure hai bisogno di una mappa che ti indichi la strada migliore per mettere delle buone basi, ecco perché ho deciso di dedicare una guida ai migliori servizi per comprare il tuo dominio.

In realtà c’è un altro motivo per cui vorresti acquistare un dominio ed è per avere un’email personalizzata, quindi per intenderci composta da:

  1. Un termine a tua scelta
  2. La chiocciola
  3. Il nome del dominio

Facendo un esempio per renderti l’idea: [email protected]

Voglio anche fare una premessa per farti riflettere sul fatto che tutti i grandi blog e progetti editoriali online sono nati così: dall’acquisto di un dominio.

Comprare un dominio: perché?

comprare un dominio, guida alla scelta

Ti ho già anticipato qualcosa in merito a perché decidere di comprare un dominio, ma voglio vedere insieme a te tutti i casi più comuni.

Intanto, ti anticipo che se hai intenzione di creare un sito web puoi dare un’occhiata ai pacchetti di SiteGround a partire da 5,99€ al mese ti danno il dominio gratis per un anno.

In seguito ti spiego bene perché io ho scelto SiteGround per il mio sito web.

I motivi principali per acquistare un dominio sono soprattutto legati al creare un sito web o aprire un blog, quindi per esempio se sei:

  • Un imprenditore
  • Un freelance
  • Un designer
  • Un aspirante blogger
  • Se hai un’attività commerciale, per dare un punto di riferimento ai tuoi clienti attuali e potenziali
  • Se hai un’attività associativa, per dare un punto di riferimento ai tuoi associati

E cosa più interessante…

Un sito può essere utile per farti conoscere e acquisire nuovi clienti se vuoi promuovere i tuoi prodotti o servizi.

Io ho acquisito la maggior parte dei miei clienti in questo modo, grazie al Blogging e alla SEO.

Come vedi le situazioni sono le più diversificate e tu potresti in realtà anche avere un semplice interesse nel creare un’email personalizzata, così da dare una percezione esterna ancora più professionale. Con un dominio puoi farlo e ha un costo relativamente basso.

Voglio dirti che se hai dubbi in merito alla scelta rispondo volentieri nei commenti!

Nel prossimo capitolo ti illustro delle cose importanti da sapere quando scegli un nuovo dominio, così da fare le scelte più adatte per ciò che ti serve.

Comprare un dominio: cose da sapere

Prima di acquistare un dominio dovresti tenere in considerazione più aspetti legati sia all’ottimizzazione sui motori di ricerca, sia al posizionamento della tua attività.

come scegliere il dominio

Come scegliere il dominio

Ci sono varie strade per scegliere il nome del tuo dominio, per esempio se sei un libero professionista o comunque hai un’attività che porta il tuo nome potresti valutare di dargli il tuo nome, come nel caso del famoso Blog italiano aranzulla.it

O ancora se hai un’azienda già conosciuta o una start up il mio consiglio è quello di dargli il nome dell’azienda, così da iniziare a creare il suo posizionamento come brand nel mercato. Il nome del dominio è una delle prime scelte che viene sottovalutata, ma questo aspetto ha ancora una sua rilevanza.

I consigli che ti posso dare in merito sono:

  1. Inserisci il tuo nome o nome aziendale, così che l’identità sia riconoscibile e che tu possa iniziare a farti conoscere in quel settore. Se sei un libero professionista il tuo nome e cognome andrà benissimo.
  2. Fai in modo che sia ben leggibile e facile da ricordare, quindi evita termini che gli utenti potrebbero non comprendere.
  3. Inserisci una parola chiave che identifichi quello di cui ti occupi, possibilmente come prima parola del dominio. Attenzione non è qualcosa di obbligatorio, ma sicuramente aiuta Google a configurare meglio il settore ed è una delle best practies consigliata dai SEO Specialist.
  4. Non eccedere con la lunghezza, infatti il mio consiglio è quello di non andare oltre le 4 parole
  5. Utilizza solo termini nella lingua di destinazione, evita inglesismi se il tuo pubblico è italiano. Questo confonde sia gli utenti che il motore di ricerca.

Ricevo spesso messaggi e commenti in merito a questa scelta, vorrei tranquillizzarti dicendoti che seppur importante il nome del dominio non determinerà il successo del tuo progetto online. Invece cosa piuttosto importante (che molti sottovalutano) sono le performance del server su cui si trova il tuo sito web.

Scegliere a risparmio non è la scelta giusta, ed è il motivo per cui sono passata a Siteground.

Dai un’occhiata a Siteground

quale estensione web preferire

Quale estensione web preferire

La scelta delle estensioni web non ha la stessa rilevanza del nome di dominio, questo è in parte dovuto all’enorme molte di siti web che nascono ogni giorno e in parte al fatto che l’estensione non è più considerata propriamente un fattore di ranking da molti esperti del settore.

Ora, il mio consiglio è comunque di valutare la registrazione di un dominio .it  nel caso in cui il tuo pubblico sia solo in Italia ed eventualmente il .com se invece le intenzioni sono quelle di fare un sito web in più lingue. Questa distinzione non è più così netta come un tempo, tanto che oggi è frequente trovare estensioni diverse .com .net e .blog. in base alla tipologia di sito.

Dai un’occhiata a Siteground

verificare dominio libero

Verificare se il dominio è libero

Un altro aspetto da valutare nella scelta è l’effettiva disponibilità del dominio, ecco perché è importante verificare se il dominio è libero e nel caso in cui non lo fosse avere un’alternativa pronta che potrebbe essere .it, .com e .net.

Per assicurarti che il dominio scelto sia libero ti consiglio di andare su Siteground procedere con la prima fase dell’iscrizione finché non ti appare la schermata registrazione domini, una volta inserito il dominio che hai scelto il sistema verificherà se è disponibile (questo non ti impegna a proseguire con la registrazione, puoi sempre annullare tutto).

Un servizio ancora più immediato in questo senso è GoDaddy, uno dei web provider più scelti dai professionisti del settore, soprattutto da chi fa Blogging e SEO. Sicuramente uno dei motivi principali è che all’interno dei suoi pacchetti sono presenti diversi servizi che ti consentono di utilizzare il sito in modo molto flessibile, come la funzionalità Whois per tutelare la privacy del proprietario di dominio.

Comprare un dominio: i servizi migliori

A differenza di altri siti web e blog di settore che ti parlano di questo argomento io ho deciso di consigliarti solo pochi e selezionati servizi che conosco e che ho utilizzato, così da essere sicura che i pacchetti proposto siano validi.

Se hai già letto altri articoli di questo blog sai che mi piace scrivere solo di ciò che conosco e che ho provato, motivo per cui ti elenco le mie preferenze nella scelta delle web host.

Siteground

Siteground

Talvolta parto da altre aziende per poi arrivare a quello che considero al momento il migliore servizio hosting per creare siti web e i motivi sono diversi, questa volta parto dal mio preferito.

Ho scritto una Guida completa su Siteground che ti illustra tutti i motivi per cui l’ho scelto e i passaggi che occorre fare per registrare un dominio, considera che sono davvero semplicissimi e ci si impiega al massimo 2 minuti.

Immagino che tu non abbia tutto il tempo del mondo e quindi ti riassumo qui i vantaggi di questo fornitore di servizi online che sono poi i motivi per cui l’ho scelto e continuo a consigliarlo:

  • Chiarezza: dai professionisti questo aspetto viene sottovalutato, ma per chi si approccia le prime volte a questo mondo è importante trovarsi davanti un layout chiaro e che conduca passo a passo l’utente nel suo pannello di controllo. Tutte le funzionalità sono chiare e semplici da trovare, anche se crei il tuo sito in autonomia.
  • Velocità: i server di Siteground sono veloci e questo lo dico io insieme alle migliaia di clienti soddisfatti di cui troverai le testimonianze sul web, questo per un sito è importante sia lato utente sia lato motori di ricerca. Se il sito è lento, come spesso accade affidandosi ad aziende che vendono pacchetti “al ribasso” gli utenti lo abbandoneranno nel giro di pochi secondi.
  • Assistenza: in passato ho sottovalutato questo fattore, ma quando ne ho avuto bisogno ho ringraziato per averlo incluso nel mio pacchetto. L’assistenza di Siteground è famosa per la sua efficienza e velocità di risposta.

Ecco i passaggi per creare un dominio con Siteground, ti basta andare sul sito e scegliere uno degli hosting, se vuoi creare il tuo sito in modo semplice con WordPress puoi farlo andando su questa sezione hosting WordPress e scegliendo il pacchetto ideale per il tuo progetto.

siteground prezzi

Se parti da zero e non hai ancora un traffico considerevole puoi tranquillamente optare per il pacchetto StartUp da 5,99€ al mese come ho fatto io e poi passare ai successivi quando il tuo sito crescerà.

Ecco che cosa è incluso in tutti i pacchetti di Siteground:

  • 1 sito web
  • 10 GB spazio web
  • Adatto per 10,000 visite mensili
  • Trasferimento dati illimitato
  • Dominio gratuito per il primo anno
  • Installazione WordPress gratis
  • WordPress Migrator Gratuito
  • Auto-aggiornamenti WP
  • Certificato di sicurezza SSL (gratis)
  • Backup giornaliero
  • CDN gratis
  • Account email gratis
  • WP CLI e SSH
  • Database MySQL illimitati
  • Energia rinnovabile bilanciata al 100%
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni
scegli il dominio, siteground
come acquistare un dominio con siteground

Appena hai inserito il nome del dominio che hai scelto e i tuoi dati personali, avverrà la conferma di registrazione e le relative email con gli accessi al tuo nuovo sito web, sia al Cpanel il pannello di controllo, sia alla bacheca di WordPress.

GoDaddy

godaddy

GoDaddy è il riferimento nel settore degli hosting, tanto che secondo le stime si classifica come webhosting numero 1 al mondo avendo registrato circa 78 milioni di domini in tutto il mondo. Diciamo che in linea di massima lo ritengo un fornitore di servizio davvero valido, ma bisogna considerare comunque alcuni punti che non tutti conoscono.

Su GoDaddy puoi trovare davvero tutti i servizi che ti servono e aggiungerli con un clic, unica pecca che ho trovato e che molti sono esclusi dai pacchetti principali e andranno aggiunti a parte (quindi anche pagati a parte).

Quello che lo ha reso importante – oltre all’ottimo marketing – è la sua semplicità di utilizzo e la sua interfaccia che fin dal primo momento conduce l’utente a compiere tutte le varie azioni proposte. Oltre a questo, come spesso accade con i servizi che hanno un costo più alto, le performance dei siti web GoDaddy godono di una velocità di caricamento notevole.

Quindi posso dire che in questo caso tanto dipende dal budget che hai a disposizione.

Ti consiglio di dargli un’occhiata e se non vuoi partire da zero ma vuoi valutare anche dei domini già esistenti che hanno acquisito negli anni autorevolezza dai un’occhiata alle aste di domini proposte da GoDaddy.

Bluehost

registrare un dominio con bluehost

Bluehost è un fornitore di servizi web che in tanti apprezzano sul web, offre infatti pacchetti che includono numerosi servizi, una buona assistenza tecnica e presenta un’interfaccia semplice.

I pacchetti hosting WordPress di Bluehost partono da 3,95 e includono:

  • 1 sito web
  • Certificato SSL gratuito
  • 50 GB SSD di memoria
  • Dominio gratuito per il primo anno
  • 5 domini parcheggiati
  • 25 sottodomini
  • $200 di credito marketing attivabili con una spesa minima di 25$

Sicuramente si tratta del web hosting che offre i prezzi più bassi, ma allo stesso tempo garantisce una buona resa nelle performance e uno spazio di memoria veramente elevato rispetto agli altri. Si tratta di una scelta che valuterei se sei agli inizi, vuoi spendere poco e avere comunque una buona soluzione.

Dai un’occhiata a Bluehost

Comprare un dominio: l’inizio del tuo successo online

Comprare un dominio può essere davvero l’inizio del tuo successo online, infatti è proprio da questo singolo step che molti aspiranti Blogger partono e poi nel tempo costruiscono le loro attività online.

Come accade per la maggior parte delle attività anche questa richiede costanza e competenza, probabilmente questo viene spesso sottovalutato perché avere a portata di mano le risorse lo rende accessibile a tutti.

In un momento di inizio credo sia utile avere schemi chiari a cui fare riferimento, in questo modo hai una visione del quadro generale e di quali siano tutti gli step da compiere. Ecco i passaggi che ti consiglio di effettuare, li ho divisi in tre categorie: una parte tecnica, una parte di ottimizzazione, una parte editoriale legata alla seconda.

PARTE TECNICA

  • Registrazione di un dominio su Siteground
  • Configurazione di WordPress
  • Installazione del tema WordPress Divi che ti permetterà di avere grande flessibilità nel creare progetti di vario tipo, con il piano completo hai la possibilità di installarlo ovunque tu voglia, con gli aggiornamenti a vita e l’assistenza tecnica inclusa.

Dai un’occhiata a Siteground

PARTE SEO  

SEO e piano editoriale vanno a braccetto, quindi per comodità di schema sono divisi, ma vanno di pari passo. Considera che a meno che tu non sia già sicuro/a del dominio che hai scelto puoi avvalerti di strumenti come SEOzoom per valutare di inserire una parola chiave relativa al tuo settore all’interno del dominio.

La SEO ti serve per individuare la strategia migliore da adottare per posizionare il tuo sito web sui motori di ricerca, se vuoi aprire un blog per esempio la creazione di un piano editoriale con contenuti ottimizzati è un’ottima strada per farti conoscere nel tuo settore.

Ricordati che esistono comunque anche altri strumenti molto potenti e che l’ottimizzazione è una buona strada nel medio-lungo termine, quindi necessita costanza e competenza in materia. Uno strumento davvero utile per farti conoscere nel breve tempo – soprattutto se ha appena aperto un’attività online – sono i social.

Considera una strategia social per promuovere il tuo sito e di conseguenza i servizi/prodotti che offri.

PARTE EDITORIALE

La parte editoriale come detto anche sopra è connessa all’ottimizzazione, ma in realtà quando parliamo di piano editoriale e contenuti ci possiamo riferire anche ai social media. In senso è quello di creare contenuti in linea con le esigenze del nostro pubblico e allo stesso tempo comunicando i valori del brand.

Ricorda che quando parlo di creare contenuti mi riferisco a tutto, per cui se il tuo forte sono i video potresti pensare anche di creare un Video-Blog sono in pochi a farlo e da alcune nicchie sarebbe molto apprezzato.

Conclusione

In questo articolo ti ho spiegato come comprare un dominio web e iniziare a creare il tuo progetto online, sono sempre entusiasta quando si parla di nuovi progetti, perché entrano in gioco parole come: strategia, creatività e analisi.

Se hai appena acquistato un dominio sappi che c’è la possibilità che tra qualche tempo il tuo progetto online prenda una forma, si trasformi in un vero e proprio strumento di marketing e in quel momento potrai vedere tu stesso le enormi potenzialità del web.

E tu alla fine che dominio hai scelto? Raccontamelo nei commenti.

Nadia

Altri articoli in linea con i tuoi interessi:

Scritto da Nadia Kasa
Ciao! Mi chiamo Nadia Kasa e da settembre 2019 ho creato questo Blog per dare consigli sulla Creazione di progetti online efficaci, grazie al Blogging e all’Ottimizzazione SEO. Contattami per la Realizzazione di siti web in WordPress e per Consulenze SEO.

Ultimi articoli

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest