Sei qui: Home 5 Web Design 5 Footer: Guida alla Creazione del Piè di pagina perfetto

Footer: Guida alla Creazione del Piè di pagina perfetto

da | 15 Dic 2020 | 0 commenti

Il footer o piè di pagina è una delle aree più sottovalutate di un sito web e se sei in questo articolo magari stai cercando di capire come creare un footer completo e quindi tutti gli elementi che dovrebbe contenere.

Nel mondo del web design sono molti i professionisti che si accorgono di un lavoro ben fatto di creazione di sito web dal footer. Questa sezione può essere molto utile per far trovare link utili ai tuoi utenti, fargli compiere un’azione e mettersi in contatto con te.

In questo articolo scopriamo insieme che cos’è il footer, dove si trova, come crearne uno completo e ordinato con WordPress e alcuni esempi vincenti.

P.S.: Se cerchi un modo per creare il tuo sito web con estrema flessibilità potend modificare ogni singolo elemento (come il footer) guarda il sito di Divi di Elegant themes, il primo tema per WordPress.

Informazioni biografiche

A partire dal primo blocco a sinistra è solito inserire il logo e due righe biografiche sull’azienda, sul professionista o sul Blog che faccia capire con poche parole di cosa tratta quel sito web. Quando inserisci dei contenuti del footer considera sempre che lo spazio è ristretto, quindi cerca di essere più sintetico possibile.

Molte aziende scelgono anche di mettere un payoff, cioè una frase che rappresenti il personal brand da utilizzare in tutte le comunicazioni. Altre ancora sono talmente tanto conosciute che non hanno necessità di inserire la descrizione biografica, ma il mio consiglio è comunque quello di inserire due righe su chi sei e cosa fai.

Di solito in questa sezione o in una riga in chiusura del footer è necessario inserire in numero di partita iva, questo rappresenta un obbligo per la legge per tutti coloro che hanno un’attività commerciale e la promuovono all’interno di un sito web. Per questa tipologia di informazioni ti consiglio di chiedere la consulenza del tuo commercialista che ti potrà dare tutte le informazioni più aggiornate in merito.

Infine tra le informazioni ricorrenti troviamo il testo “Copyright” che fa riferimento alla legge sul diritto d’autore, ricordo infatti che i contenuti del sito fanno capo al titolare dello stesso e devo essere unici e non “copiati”.

Contatti

I contatti possono essere inseriti all’interno del footer in vari modi, per le aziende medio grandi la tendenza è quella di inserire un link alla pagina contatti in cui l’utente potrà compilare un form o avrà a disposizione delle email di assistenza e un numero verde.

Nel caso di piccole imprese e liberi professionisti spesso si preferisce inserire i propri contatti nel footer del sito così che siano più diretti e che l’utente quindi non debba visitare troppe pagine per arrivarci. Quindi, se sei un professionista e l’obiettivo del tuo sito è appunto quello di farti ottenere nuovi contatti inseriscili direttamente nel footer:

  • Indirizzo (se hai un negozio o un ufficio)
  • Email
  • Numero di telefono
  • Link ai social

Per quanto riguarda i link ai social inseriscili solo se i tuoi canali social sono curati, non ha alcun senso far cliccare l’utente su un link di Facebook e poi farlo trovare su una pagina poco curata e che non viene aggiornata da tempo.

Modulo contatti o newsletter

Molti blogger decidono di inserire il modulo della newsletter all’interno della parte finale del sito e può avere molto senso per acquisire nuovi contatti. In questo caso definirei questo modulo facoltativo e in relazione solo agli obiettivi che vuoi raggiungere con il tuo sito web, quindi se hai aperto un blog e vuoi aggiungere contatti alla newsletter questo può essere un buon modo di farlo.

Altri elementi

Esistono poi altri elementi che puoi inserire all’interno di un footer e che risultano essere facoltativi, ma molto consigliati caso per caso. Per quanto riguarda gli e-commerce può avere un impatto positivo inserire le opzioni di pagamento permesse nel sito e l’affidabilità della sicurezza nei pagamenti, inoltre in questi casi è consigliato avere anche un link ad una pagina di assistenza.

Nel caso delle piattaforme che offrono servizi ho visto dei footer che contengono anche i loghi di clienti noti da utilizzare come testimonial, ovviamente connettere il servizio offerto con il nome di una grande azienda può avere un impatto molto buono sull’autorevolezza generale del sito web.

Come creare un footer con WordPress

personalizza footer wordpress

La sezione principale in cui puoi modificare il tuo footer in WordPress la trovi nel menù principale, seguendo le voci:

Aspetto – Personalizza

Qui puoi scegliere l’aspetto generale del tuo footer:

  • il layout con il numero di colonne
  • la scelta dei widget
  • gli elementi del footer come testi a chiusura della sezione
  • i link social
  • l’aspetto generale degli elementi

 

sezione widget wordpress

La scelta dei widget la puoi fare nella sezione:

Aspetto – Widget

Da questa area puoi selezionare il widget a tua scelta e trasportarlo nella colonna che desideri.

Grazie a queste due sezioni puoi già personalizzare il footer con un qualsiasi tema WordPress, ma nel caso in cui tu volessi creare qualcosa di più professionale avrai bisogno di un tema premium che ti consenta di fare tutte le personalizzazioni che desideri, non solo al footer ma in generale a tutto il sito.

Footer esempio 1

footer divi

Footer esempio 2

footer divi

Footer esempio 3

footer divi

Per creare un nuovo footer con Divi ti basta andare su DiviTheme Builder – Cliccare sulla sezione del footer e scegliere se aggiungere un layout oppure crearlo tu a tuo completo piacimento e in modalità visiva così che tu possa vedere subito il risultato finale.

Ti consiglio di optare per la seconda scelta così che tu possa creare esattamente la sezione come l’hai immaginata. Una volta entrato all’interno del costruttore di pagina potrai creare la sezione e dargli il colore di sfondo, creare una sfumatura di colori e inserire un’immagine di sfondo.

personalizza footer con divi
aggiungere footer globale, divi

Una volta creata la sezione inserisci la riga con le colonne che preferisci, di solito a tre o a quattro e inizia a inserire i moduli che desideri:

  • Immagini
  • Testi
  • Menù
  • Moduli di contatto o di optin
  • Pulsanti social

Quando hai terminato clicca su salva e in automatico quel layout sarà applicato a tutte le pagine del tuo sito, da questo momento in poi quando vorrai modificare il tuo footer potrai farlo da questa sezione e non dalla sezione personalizza di default su WordPress.

Hai idea di quanti plugin e codici dovresti inserire per avere un effetto simile?

Dai un’occhiata a Divi

Conclusione

Dopo aver visto questa Guida hai scoperto che cos’è un footer, a cosa ti serve, quali sono gli elementi che devono essere presenti e quali quelli più soggettivi in base al tipo di progetto, come realizzare un footer standard con WordPress e come realizzarne uno dal layout spettacolare e completamente personalizzato con Divi ed infine alcuni esempi che possono ispirare i tuoi progetti online.

E tu alla fine come hai scelto di realizzare la tua sezione?

Hai creato qualcosa di particolarmente creativo?

Mi fa piacere vedere il tuo lavoro, quindi se vuoi condividere commenta qui sotto!

Un saluto,

Nadia

 

Nadia Kasa

Nadia Kasa

Blogger & SEO Specialist

Ciao! Ti do il benvenuto nel mio blog dove troverai tanti consigli su come creare un sito e soprattutto come farlo crescere grazie alla SEO, l’ottimizzazione per motori di ricerca.
Se hai bisogno di un alleato per posizionare il tuo sito dai un'occhiata al mio servizio di Consulenza SEO.

Crea oggi il tuo sito web professionale

👉 Installa il Tema sul tuo sito con 2 clic

👉 Scegli la tua Grafica tra +100 Layout già pronti per tutti i settori

👉 Crea le pagine del sito web da zero in modo semplice

Articoli che potrebbero piacerti:

Definizione di sito web

Definizione di sito web

Un sito web è un luogo virtuale costituito da una serie di pagine collegate tra loro raggiungibile da un motore di ricerca. Leggi l’introduzione.

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto