GetResponse: Che Cos’è, Come funziona, Guida Completa a GetResponse

da | Ago 11, 2020 | Email marketing | 0 commenti

getresponse banner

GetResponse è il tool di email marketing più scelto dai marketer in Italia e nel mondo, grazie alle sue funzionalità puoi generare contatti, creare liste in target, raccogliere leads, inviare newsletter in modo automatico e senza pensieri.

GetResponse è sia utile per chi si avvicina per la prima volta al mondo del marketing, grazie alla sua dashboard intuitiva, sia per i più esperti con le possibili integrazioni in base alle tue esigenze da progetto a progetto.

A mio parere si tratta del tool migliore della sua categoria insieme ad ActiveCampaign e sicuramente uno dei motivi per cui è più scelto è perché qualità-prezzo si tratta della migliore opportunità per fare marketing online a costi contenuti.

Se sei interessato a scoprire subito i pacchetti di GetResponse ecco il pulsante per attivare subito la tua prova gratuita:

GetResponse: che cos’è?

getresponse

Come saprai già GetResponse è un software di e-mail marketing cioè un programma che ti consente di acquisire contatti interessati a ciò che offri e di realizzare campagne con email inviate in modo automatico alle tue liste, ecco perché viene definito anche un autoresponder.

In realtà, considerarlo un semplice è autorisponditore è riduttivo visto che si tratta anche di un programma con cui creare funnel già pronti da utilizzare nelle tue campagne per i social media e i motori di ricerca come Google.

Con questo tool di email marketing potrai accedere a funzionalità come:

  • Funzionalità di email marketing illimitate, cioè la possibilità d’inviare email a una lista, a un gruppo di una lista (che diversifichi grazie ai tag), a più liste.
  • Funnel pronti all’uso, cioè pagine che creano un percorso per l’utente che pian piano si avvicina al tuo prodotto passando dall’essere interessato a voler acquistare.
  • Landing page e moduli ottimizzati per poter avere tutto in uno e raccogliere leads in modo semplice,
  • Strumenti di creazione delle liste email fino a 1.000 contatti (gratis). Una volta passati i 30 giorni potrai accedere al pacchetto di base, per poi fare gli eventuali aggiornamenti quando la lista aumenterà.
  • Workflow per automatizzare il marketing, cioè un sistema guidato che ti permette di automatizzare la maggior parte dei processi.
  • Strumenti per organizzare webinar che nell’ultimo anno sono andati per la maggiore e la tendenza sarà sempre di più quella della crescita.

GetResponse: perché sceglierlo

getresponse-opinioni

Leggi sul sito: opinioni GetResponse

Le ricerche gettonate sul web riguardo a GetResponse si concentrano soprattutto sulle differenze con altri tool come ActiveCampaign e sui prezzi molto competitivi rispetto ad altri programmi che offrono servizi similari.

Per esempio il prezzo del pacchetto base di ActiveCampaign per 1000 utenti parte da 17,00€ al mese, mentre quello di GetResponse per lo stesso numero di contatti è a 13,00€ e include anche la possibilità di creare funnel, cosa che invece Active non fa. Quando la lista inizia ad aumentare, facendo l’esempio di 10.000 contatti (fattibili da fare) sicuramente GetResponse offre un prezzo più contenuto e gestibile da parte anche di chi inizia.

Quindi, il mio consiglio è sicuramente in una prima fase in cui sia a livello organizzativo che di bilancio vuoi avere un programma All in one, che si occupi di più aspetti del tuo marketing online Get Response è una valida soluzione. A un livello successivo quando la lista inizia ad aumentare e vuoi diversificare l’attività di funnel marketing con quella di email marketing ti consiglio di valutare ActiveCampaign (ho scritto una recensione e Guida passo a passo anche su quello).

Vantaggi di GetResponse

software email marketing, getresponse

Di seguito un riassunto dei vantaggi di questo software che oggi risulta essere il più scelto dai marketer italiani:

  1. Tutto in una piattaforma, infatti puoi utilizzare Response per progettare funnel, ottenere lead e creare delle campagne di automation per le tue liste così da convertire nel tempo gli utenti iscritti in clienti
  2. Facilitatore di processi di email marketing, come avrai notato anche tu esistono vari programmi per fare i singoli elementi descritti sopra, ma pochi sono intuitivi da utilizzare e quindi è necessario avere una maggiore competenza.
  3. I prezzi vantaggiosi rendono accessibile a chiunque voglia partire con un’attività online l’accesso alla piattaforma, inoltre la prova gratis di 30 giorni ti permette di valutare al meglio il tool e capire tutte le sue potenzialità.

Ah… un aspetto importante che spesso viene spesso sottovalutato è che la piattaforma è completamente tradotto in italiano, quindi GetResponse italiano esiste ed è ben funzionante. È vero che ormai tutti sappiamo l’inglese, ma è sempre meglio avere completa padronanza su tutti i vari termini del marketing che magari in inglese a volte possono sfuggire.

GetResponse vs ActiveCampaign

Se hai cercato informazioni su altri tool di email marketing probabilmente ti starai chiedendo quali sono le principali differenze tra GetResponse e ActiveCampaign, così ho deciso di riassumerle in questo paragrafo in modo che tu possa valutare la soluzione migliore per te.

ActiveCampaign

  • Prova gratis massimo di 14 giorni
  • Pacchetto base di partenza da 17€ (varia in base al numero di contatti)
  • Possibilità d’inviare email automatiche a tutte le liste che vuoi
  • Possibilità d’inviare SMS
  • Monitoraggio delle conversioni

Pacchetto consigliato il professional perché ti permette di creare split test cioè testare più automazioni da inviare alle stesse liste e capire quale converta di più.

GetResponse

  • Prova gratis di un mese
  • Pacchetto base di partenza da 13€ (varia in base al numero di contatti)
  • Possibilità d’inviare email automatiche a tutte le liste che vuoi
  • Possibilità di creare funnel
  • Monitoraggio delle conversioni

Pacchetto consigliato il plus che ti dà la possibilità di creare fino a 5 funnel e  automazioni. Inoltre hai la possibilità di creare i webinar giù dalla versione di prova gratis. 

GetResponse: accedere alla prova gratuita di 30 giorni (direi WOW)

getresponse-prova-gratis

Direi che la prova gratis di un mese senza alcun dubbio questo risulta essere uno dei vantaggi più considerevoli di questo software di newsletter ed email marketing, perché oggi è sempre più raro trovare aziende che ti consentano di fare prove così lungo.

Ti posso dire che avendo un minimo di esperienza quando la durata della prova GRATIS è così lunga è perché c’è dietro la certezza di avere un prodotto ottimo, altrimenti non rischierebbero di perdere un cliente in un periodo di tempo così lungo.

GetResponse prezzi

GetResponse: prezzi e piani

getresponse-prezzi

Eccoci arrivati ai pacchetti e prezzi GetResponse, di seguito una tabella comparativa per illustrarti tutto ciò che è incluso:

Il piano basic di GetResponse include:

  • E-mail marketing
  • Autoresponder
  • Landing page illimitate
  • Template di automatizzazione illimitati
  • Funnel di vendita (1 funnel)
  • Lead generation funnel illimitati
  • Facebook Ads
  • Vendita di prodotti digitali

Il prezzo è di 13,00€ al mese per una lista delle dimensioni di 1000 lead.

Il piano plus di GetResponse include:

  • Tutto della BASIC e altro…
  • Sistema di automatizzazione (5 workflow)
  • Webinar (max. 100 partecipanti)
  • Punteggio e tagging dei contatti
  • Funnel di vendita (5 funnel)
  • Collaborazione (3 utenti)
  • Funnel dei webinar (5 funnel)

Il prezzo è di 45,00€ al mese per una lista delle dimensioni di 1000 lead.

Il piano professional di GetResponse include:

  • Tutto della PLUS e altro…
  • Sistema di automatizzazione illimitato
  • Webinar a pagamento
  • Webinar (max. 300 partecipanti)
  • Sales funnel illimitati
  • Webinar funnel illimitati
  • Collaborazione (5 utenti)
  • Webinar on demand

Il prezzo è di 89,00€ al mese per una lista delle dimensioni di 1000 lead.

Il piano MAX di GetResponse include:

  • Tutto della PROFESSIONAL e altro:
  • Email transazionali
  • (add-on a pagamento)
  • Assistenza dedicata
  • Indirizzo IP dedicato
  • Consulenza sulla deliverability
  • Autenticazione unica (SSO)
  • Webinar (max. 500 partecipanti)
  • Consulenza per campagne email

Il prezzo è personalizzato su richiesta.

Ovviamente i prezzi GetResponse si abbassano ulteriormente se scegli di pagare annualmente piuttosto che mensilmente.

  • Gli sconti su 12 mesi sono di -18% dell’importo indicato sopra
  • Gli sconti su 24 mesi sono di -30 dell’importo indicato sopra

Quindi di sicuro c’è una maggiore convenienza e considerando che spesso questo tipo di attività non durano un mese il mio consiglio è di approfittare degli sconti, io per esempio ho l’annuale.

GetResponse: come funziona

Per iniziare a utilizzare GetResponse ti basta andare sul sito ufficiale e cliccare su Iscriviti Gratis, dopodiché inserire il tuo nome, la tua email e una password a  tua scelta:

get response menù
getresponse-account-di-prova-gratuito
conferma-account-getresponse
benvenuto-su-getresponse

Una volta completato il passaggio riceverai un’email di conferma in cui potrai attivare il tuo account GetResponse. Nella dashboard ti troverai davanti alcune azioni rapide a sinistra:

 

  • Crea modulo
  • Crea newsletter
  • Crea landing page
  • Aggiungi contatti
  • Crea autoresponder
dashboard-getresponse

I moduli che vedi sono trasportabili per cui puoi creare una tua dashboard personalizzata in base a quello che utilizzi di più. Ora, se hai già dei contatti ti consiglio di partire dall’inserimento dei contatti che puoi fare sia manualmente inserendo il nome, l’email e la lista (di default ce n’è una con il tuo nome, quindi seleziona quella, poi in un secondo momento puoi modificare il nome) sia importare un file di contatti.

aggiungere-contatti-get-response
importare-contatti-get-response

Quando hai inserito i tuoi contatti li potrai vedere nella sezione che trovi nel menù in alto Liste – Selezioni la tua lista – e troverai l’elenco dei tuoi contatti.

elenco-liste-get-response

Cliccando su ciascun contatto puoi modificarlo, eliminarlo dalla lista o aggiungerlo in una nuova, assegnargli un tag o ancora aggiornare le informazioni e inserire delle note.

impostazioni-contatto-get-response

Come creare una lista di lead con GetResponse

Il principio è simile a quello dei contati e quando meno te ne accorgi avrai imparato già tutto alla perfezione, per creare una lista ti basta andare su Liste dal menù in alto e selezionare Crea lista.

creare-una-lista-su-get-response

Ecco che apparirà nell’elenco delle tue liste, a questo punto ti basta cliccare sopra per aprirla e aggiungere manualmente o importare nuovi contatti.

aggiungere-contatti-in-una-lista-get-response

Come creare un funnel con Get Response

In questo secondo video vedrai come creare un funnel di vendita dalla A alla Z:

I passaggi principali sono i seguenti, vai nella dashboard e clicca su Crea dal menù in alto, ti si aprirà un comodo menù con varie voci, vai su Crea Funnel. Arrivato a questo punto dovrai seguire la procedura guidata e creare le varie pagine del funnel con i collegamenti alla tua lista.

menù-crea-get-response

Dai un nome al funnel, fai in modo che sia un nome facile da ricordare legato alla tua campagna, se per esempio stai promuovendo un PDF gratuito in cui spieghi come rimettersi in forma il nome potrebbe essere: Guida Gratis 14 giorni in forma

creare-funnel-get-response

Aggiungi un lead magnet, quindi appunto seguendo l’esempio la tua Guida PDF. Esistono tantissimi modi per acquisire nuovi contatti tramite un contenuto gratuito, puoi pensare a una Guida che è la cosa più facile per iniziare, a un video, a una serie di video, a una infografica.

aggiungere-lead-magnet-get-response

Una volta scelto il tuo obiettivo non ti resta che creare le pagine del tuo funnel che di solito sono una pagina di acquisizione dell’email chiamata landing page, una di download dove scaricare il lead magnet e una finale di ringraziamento.

Template di landing page GetResponse

pagina-di-iscrizione-getresponse

Template di lead magnet GetResponse

pagina-di-download-getresponse

Collega il funnel a una lista e crea le tue email, si tratta di email che scrivi e puoi collegare anche in sequenza così da stabilire una cadenza giornaliera o mensile d’invii alla tua lista. Nel paragrafo successivo vedrai come creare un autorisponditore.

La grafica di GetResponse relativa ai funnel è molto semplice e intuitiva, infatti come vedi già al primo impatto puoi verificare ogni giorno quanti iscritti hai alla lista e le varie statistiche relative alle performance della tua campagna.

anteprima-funnel-get-response

Come creare un autorisponditore con GetResponse

Questo è un video introduttivo in cui un esperto ti mostra come funziona GetResponse e in particolare come si crea un autorisponditore di email:

Per creare un autoresponder ti basta andare nel menù a sinistra con le azioni rapide Crea autoresponder o ancora nel menù in alto Crea, inserisci tutti i dati necessari e crea la tua email, quando hai terminato puoi salvare e pubblicare l’autoresponder.

menù-funzioni-get-response
creare-un-autoresponder-su-get-response
design-e-contenuto-email-get-response
scrivi-il-contenuto-dell'email-getresponse

In sintesi se hai bisogno d’inviare una singola email in cui magari aggiorni i tuoi utenti di un nuovo articolo pubblicato, di un’offerta o di un nuovo video ti consiglio di utilizzare la Newsletter, mentre se vuoi creare un sistema automatico di risposta l’autoresponder con le varie email impostate giorno per giorno in precedenza.

Inviare e-mail automatiche offre numerosi vantaggi:

  • Scegliere in precedenza e con maggiore attenzione che cosa scrivere.
  • Preparare prima tutte le email e automatizzare processi che invece richiederebbero tempo.
  • Ottenere risultati anche mentre dormi, si perché il processo funziona h24 di conseguenza mentre tu fai altro un utente legge le tue email e magari fa clic sul link con il tuo prodotto e acquista. L’aspetto straordinario del marketing online, dopo gli sforzi iniziali se si lavora bene i risultati arrivano.

7 consigli su come scrivere l’email perfetta (che converte nel tempo!)

  1. Fatti notare già dall’oggetto dell’email, oggi riceviamo tutti quanti molte email ecco perché per avere la possibilità di farci notare il primo step è proprio quello di attirare l’attenzione e ce lo dice anche uno dei principi del marketing tradizionale, spiegato con il concetto di AIDA (attenzione, interesse, desiderio, acquisto).
  2. Crea empatia con le persone, non sono utenti ma persone che ti seguono perché hai qualcosa di positivo da dare loro, quindi cerca di comprendere al meglio quali sono le loro difficoltà e come puoi aiutarli con i tuoi prodotti/servizi.
  3. Sii costante, purtroppo questa è l’errore che fanno in tanti, scrivono alcune email e si aspettano di ottenere già risultati al primo colpo. In realtà, le giuste componenti sono diverse per cui sii costante con la scrittura e vedrai che nel medio-lungo periodo otterrai dei risultati.
  4. Esponi il tuo punto di vista con chiarezza, la persona deve essere sicura di che cosa stai parlando, la confusione non è ammessa nella scrittura ecco perché dovresti privilegiare un linguaggio comprensibile per il tuo pubblico.
  5. Segui un percorso all’interno dell’email senza andare troppo diritto al punto, introduci l’argomento, parla delle informazioni principali e poi concludi con un’azione.
  6. La call to action deve essere chiara, attenzione comunque a non esagerare con il numero di azioni da far compiere all’utente.
  7. I numeri contano, al contrario di ciò che spesso si dice online, motivo per cui anche se molti ti diranno che puoi fare grandi cose con una lista di 1000 persone io invece ti dico di portare il più possibile i tuoi lead oltre i 5000 così da avere più chance di conversione.

Come creare un modulo GetResponse

Una delle opportunità più interessanti di questo programma a mio parere è proprio la creazione di moduli che puoi integrare all’interno del tuo sito web con varie soluzioni grafiche: dai semplici moduli per scaricare il lead magnet alle barre di optin in alto nell’header del sito web.

Ti dico che è interessante perché di solito per creare dei popup o delle barre sono necessari dei plugin a pagamento, mentre con GetResponse esiste anche quella possibilità.

Per creare un modulo di contatto ti basta andare su Crea – Crea modulo di contatto e iniziare con la procedura guida inserendo tutti i dati, una volta completato puoi procedere con l’integrazione di cui ti parlo in uno dei paragrafi seguenti.

creare-un-modulo-su-get-response
creare-una-barra-fissa-su-get-response

Le integrazioni dei moduli oltre che in HTML sono con i seguenti programmi:

  • Facebook
  • WordPress
  • PrestaShop
  • Joomla
  • WooCommerce
  • Drupal

 

GetResponse WordPress

Come integrare Get Response su WordPress

In realtà se hai un sito web potresti optare per creare il funnel dal tuo sito e poi collegare il modulo di raccolta delle email a GetResponse come fanno moltissimi. Per ottenere lo stesso risultato ci sono più modi e non sempre c’è giusto o sbagliato, ma sono scelte dettate dalle singole strategie messe in campo.

La mia osservazione è che tendenzialmente quando scegli programmi come questo i server sono abbastanza veloci, motivo per cui ti consiglio di usare il tuo sito web solo se ha delle buone performance e se sai come muoverti nella creazione delle varie pagine e dei collegamenti.

L’integrazione può avvenire sia con codice HTML quindi su qualsiasi tipologia di sito web, sia direttamente su WordPress con plugin. Personalmente io evito di installare troppi plugin per cui preferisco sempre la via manuale di operare.

Se hai il tema Divi ti basta utilizzare il modulo Optin e collegare il tuo account di GetResponse con pochissimi click:

integrazione-di-getresponse-su-wordpress,-con-tema-divi
inserimento-provider-get-response-su-wordpress,-tema-divi

Se invece hai un altro tema o preferisci comunque gestire l’iscrizione alla lista con un plugin ecco dove puoi scaricare GetResponse for WordPress, con cui puoi collegare il tuo account direttamente al sito.

Monitoraggio delle campagne su GetResponse

La sezione Report di GetResponse che trovi sempre nel menù in alto merita qualche riga di attenzione visto che è stata progettata in modo molto accurato e ti dà la possibilità di tenere monitorato l’andamento delle tue campagne.

analytics-campagne-get-response

Ecco le principali attività di monitoraggio che puoi svolgere in questa sezione:

  • Monitoraggio delle attività in tempo reale
  • Statistiche delle visualizzazioni da vari dispositivi
  • Confronto dell’efficace delle email inviate
  • Studio del ritorno sull’investimento
  • Statistiche degli iscritti, delle performance degli autorisponditori e delle attività sui social media
  • Strutturare REPORT intelligenti da ricevere in modo automatico direttamente sulla tua casella di posta elettronica
getresponse-app

App GetResponse

Brevissimo cenno anche all’applicazione di GetResponse che ti consente di tenere traccia dell’andamento delle tue campagne, in linea di massima direi che non consiglio di utilizzare le applicazioni per creare ma solo per monitorare ciò che hai creato in precedenza da PC.

Vale la pena scaricarla per tenere d’occhio i tuoi risultati!

Conclusione

In questa Guida su GetResponse hai avuto modo di scoprire uno dei programmi di marketing più completi e utilizzati nel panorama italiano, sicuramente un MUST per fare attività di business online in modo serio e professionale.

Ricorda che il tool è importante, motivo per cui io spesso consiglio ciò che ritengo valido, ma quello che fa la differenza sei sempre tu con le tue idee e le strategie che riesci a mettere in campo. Di solito, dopo qualche anno in questo campo posso dire che tutte le persone che ho visto eccellere è perché ci hanno provato e riprovato finché non hanno trovato la strada giusta, quindi avanti tutta e in bocca al lupo.

Alla fine ti sei iscritto alla Prova Gratuita di ben 30 giorni?

Se non lo hai ancora fatto il pulsante:

Ci tengo a sapere come ti sei trovato,

quindi commenta qui sotto per condividere la tua esperienza.

Un saluto

Nadia

getresponse banner
guida come creare un sito web di successo

CATEGORIE

NADIA KASA

imparare wordpress

Ciao! Mi chiamo Nadia Kasa e da settembre 2019 ho creato questo Blog per dare consigli sulla Creazione di progetti online efficaci, grazie al Blogging e all’Ottimizzazione SEO.

Contattami per la Realizzazione di siti web in WordPress e per Consulenze SEO.

Ultimi articoli

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *