Sei qui: Home 5 Web Design 5 I 9 Elementi da mettere nella Homepage di un Sito Web

I 9 Elementi da mettere nella Homepage di un Sito Web

da | 2 Apr 2021 | 0 commenti

All’interno di questo articolo ti parlerò di uno degli argomenti più importanti e meno trattati in materia di creazione di siti web: “Cosa mettere nella home page di un sito web”, infatti è più comune che si facciano ricerche in merito alle impostazioni di WordPress e al web design, piuttosto che ai contenuti che sono poi l’anima di un sito web.

Se sei arrivato in questo articolo è innanzitutto perché ti differenzi dalla massa di persone che cercano solo il “bello”, ma vuoi creare un progetto che sia “funzionale” e abbia tutte le caratteristiche per essere vincente sul web.

Questi sono i progetti a cui mi dedico io e che mi piacciono di più, perché un sito web o un blog sono strumenti ideali di web marketing per raggiungere obiettivi misurabili.</p

Homepage sito: cos’è e perché è importante

Prima di capire come creare una home page efficace è fondamentale che tu capisca il ruolo che questa riveste all’interno del tuo sito web, sia dal punto di vista tecnico per i bot che scansionano il sito che per gli utenti come entrata all’interno delle tue pagine.

Dal punto di vista tecnico la homepage di un sito web è la prima pagina che i bot raggiungono e rappresenta il primo contatto tra il tuo progetto e il motore di ricerca, il bot non è altro che un programma che ha il compito di scansionare nuove risorse sulla rete.

Ecco perché è fondamentale creare una struttura di sito web che sia in linea con le best practies di Google e che allo stesso tempo permetta all’utente di comprendere ciò che offri e portarlo a mettersi in contatto con te.

Per quanto riguarda invece l’utente, l’obiettivo di una buona homepage è quello di convertire, cioè di trasformare i visitatori in contatti e successivamente i contatti in clienti. Questo è quello che intendo con “sito web come strumento di marketing”.

La conversione di una pagina web può essere intesa in modi differenti in base al settore ai singoli obiettivi che ti poni con il progetto:

Esempio 1:

Se sei un libero professionista e offre dei servizi l’obiettivo principale sarà probabilmente è quello di far completare un modulo di contatto o ricevere comunque un’e-mail.

Esempio 2:

Se hai un e-commerce invece la conversione sarà probabilmente la vendita diretta dei prodotti all’interno del tuo catalogo o ancora per i prodotti ad alto costo potrebbe essere un contatto iniziale e la vendita successiva al telefono.

Riassumendo perché è così importante la homepage di un sito web posso dire:

  • Rappresenta il primo punto di contatto tra te e il tuo pubblico, qui ti anticipo anche uno degli elementi che non può assolutamente mancare nella home cioè l’inserimento dei contatti e un modo veloce per inviarti una richiesta (modulo, chat, consulenza);
  • In un mondo che si trova completamente online è uno dei migliori modi per farsi conoscere e acquisire contatti in target;
  • Può essere il punto di partenza per la costruzione di un brand efficace che entra all’interno della mente dei consumatori di un determinato settore, portandoti così nel tempo a diventare un punto di riferimento.

Come vedi la creazione di una homepage non è sicuramente da prendere sotto gamba, ecco perché esistono delle regole ben precise su cosa mettere all’interno di questa pagina. Nel prossimo capitolo vediamo ogni singolo elemento da inserire.

Homepage sito: fase preliminare

Intanto è fondamentale dire che l’homepage di un sito web – così come in generale il sito – è costituita da elementi grafici che caratterizzano l’azienda o il professionista ed elementi legati invece alla scrittura, determinante per creare un posizionamento efficace.

Prima di dedicarti alla creazione di elementi strutturali che possono essere la scelta del logo, il font perfetto per il tuo caso, l’elenco di servizi, dovresti soffermarti e rispondere alle seguenti domande, perché ti aiuteranno a stabilire tutto ciò che dovrà essere presente.

Troppo spesso ci si butta subito nella parte esecutiva e meno in quella progettuale, perché poi rischiare di dover fare le stesse attività innumerevoli volte.

Ecco le domande:

  • Qual è l’obiettivo principale del tuo sito web
  • Quali sono gli elementi distintivi, che appunto ti distinguono rispetto ad altri concorrenti che vendono lo stesso prodotto/servizio
  • Quali sono le pagine più importanti, così da creare una struttura di sito web in linea anche con l’ottimizzazione sui motori di ricerca, fondamentale per farti trovare

Rispondendo a queste semplici domande potrai:

  • Far conoscere il tuo brand e a colpo d’occhio far comprendere all’utente di che cosa ti occupi
  • Ottimizzare la user experience, l’esperienza utente è infatti oggi uno dei fattori più importanti sia per l’utente stesso che per i motori di ricerca
  • Determinare una call to action chiara e precisa

 

Homepage sito: cosa mettere

Ora che hai le idee più chiare l’importanza dell’home page del tuo sito web vediamo insieme quali sono gli elementi che non devono assolutamente mancare. Considera comunque che ogni progetto avrà caratteristiche uniche, ma i seguenti elementi sono fondamentali e vedrai che sono comuni nei siti web delle aziende più autorevoli.

Nei vari capitoli troverai l’esempio del sito di Divi di Elegant themes, il sito ufficiale del tema che utilizzo per il mio blog e che consiglio ti consiglio per creare il tuo sito web.

P.S.: probabilmente una volta terminato questo articolo farei molto più caso alla struttura dell’home page dei siti web molto famosi

Sezione hero

homepage sito web, sezione hero

A detta della maggior parte dei marketer la sezione hero è quella più importante all’interno dell’home page, perché rappresenta un po’ come avviene anche per le landing page il primo punto di contatto tra te e l’utente.

Se questa sezione viene trascurata è probabile che l’utente decide di lasciare il sito per andare da qualche altra parte a cercare le informazioni, ecco perché va ottimizzato al massimo. Gli elementi che dovrebbero essere sempre presenti all’interno di una sezione hero sono:

  • Domanda/frase che identifica il target
  • Domanda/frase che fa comprendere di cosa ti occupi, per farti un esempio è come l’insegna di un negozio
  • Un’immagine/sfondo e colori che ti contraddistinguano
  • Uno slogan che con una frase faccia comprendere ciò che fai, come lo fai e perché le persone dovrebbero scegliere te
  • Call to action precisa che può essere: richiedi informazioni, richiedi un preventivo, chiama, compila il modulo, scrivimi

L’aspetto fondamentale è guidare l’utente a compiere l’azione che desideri, l’ideale è ripetere più volte la call to action, così che ci siano più probabilità che l’utente decida di mettersi in contatto con te.

Call to action precisa

homepage sito web, call to action

Anche se ne ho parlato sopra mi sembrava giusto dedicare un piccolo paragrafo anche la call to action, visto che comunque rappresenta l’elemento più importante nella pagina di un sito web e ancora di più nella homepage.

Le call to action possono essere diverse in base all’obiettivo che hai, se hai per esempio un blog potresti voler portare gli utenti a leggere altri articoli e quindi la tua call to action invitare ad approfondire l’argomento. Non per forza è il mega pulsantone colorato, ma può essere anche un testo con un link che riporta alla pagina contatti o ancora un simbolo come una freccia.

Ricordati che dal punto di vista visivo questa deve spiccare rispetto al resto della sezione, motivo per cui si opta spesso per dei colori che siano in contrasto con lo sfondo.

Servizi/prodotti

homepage sito web, descrizione servizi

Seguendo la regola dell’inserimento di contenuti che siano utili all’utente la sezione prodotti/contatti risponde chiaramente alla domanda dell’utente, infatti supponiamo che l’utente abbia scritto “portafoglio uomo regalo” entri all’interno della pagina e si ritrovi la sezione prodotti in fondo alla pagina.

Poco pratico e in linea con le sue richieste.

Nella prima parte della homepage dovresti rispondere alla domanda /frase cercata dall’utente dandogli la risposta, mentre tutto ciò che viene di seguito segue per approfondire e convincere a mettersi in contatto con te.

Prova a pensare al tuo comportamento quando cerchi un professionista o vuoi acquistare qualcosa, prima ti interessi sulla tipologia di prodotto e sulle sue caratteristiche, poi guardi se l’azienda è affidabile e infine leggi le recensioni.

Questo è il comportamento medio della maggior parte delle persone e tu non devi fare altro che suturiate questo comportamento per creare delle pagine su misura.

Descrizione breve dell’azienda

Le persone, noi inclusi, ragioniamo con i sensi, se hai avuto modo di leggere un libro o seguire un corso di PNL saprai che tutti noi ci approcciamo alla realtà seguendo i sensi visivo, auditivo e cinestetico e quando parliamo/scriviamo a qualcuno dovremmo tenerne conto. 

Tutto questo per dire che troppo spesso vedo siti con immagini “stock” tutte uguali e questo a mio avviso non aiuta l’utente ad avvicinarsi, per quello consiglio magari immagini un po’ meno belle e artificiose, ma reali, concrete e che ti rappresentino al meglio.

Non hai bisogno di 100 foto, ma di una decina di foto che “raccontino” la tua storia, questo può fare davvero la differenza. La descrizione è composta da parole, ciò che racconti di te e della tua azienda, e da immagini, ciò che fai vedere/percepire alle persone.

Se hai un team inserire una raccolta di foto dei singoli elementi e di tutti voi insieme che lavorate è a mio avviso un ottimo modo per portare l’utente a fidarsi di te.

Se la tua attività si presta molto all’elemento visivo potresti anche valutare di inserire un video di presentazione, per esempio rappresenta una buona scelta nel caso in cui tu avessi un negozio o comunque un luogo fisico in cui i tuoi clienti potranno raggiungerti.

Recensioni/Riprova sociale

homepage sito web, riprova sociale

Le recensioni sono l’elemento che porta un utente da uno stato di indecisione ad un contatto o ad una vendita, infatti se provi a pensarci ti sarà capitato di riflettere su un acquisto e di leggere le recensioni Amazon per poi convincerti.

Siamo influenzati e influenzabili, ecco perché ad ogni cliente che hai dovresti chiedere una recensione positiva del tuo prodotto/servizio.

E ora la domanda sarà spontanea: e se ho appena iniziato la mia attività e non ho recensioni?

Le risposte possibili a questa domanda sono due:

  1. Offri gratuitamente la tua prima consulenza o il tuo prodotto per poi chiedere le recensioni, mi vengono in mente i vari tool della SEO che mi chiedono di provare gratis per poi lasciare la mia recensione come Consulente SEO. Se il personaggio è già conosciuto e ha una sua autorevolezza nel settore la recensione acquisisce ancora più valore.
  2. Non inserisci recensioni nel primo momento e non appena hai dei clienti gliele chiedi e le inserisce in una sezione apposita. Tutti siamo partiti dal primo prodotto/servizio venduto, quindi niente paranoie, ricorda che il sito va costantemente aggiornato quindi puoi inserire questa sezione più avanti.

 

Contatti (modulo e contatti)

I contatti sono il motivo per cui stai facendo tutto questo, cioè fare in modo che persone interessate a quel prodotto/servizio trovino te, quindi è inutile che io ti dica che senza contatti tutto questo lavoro è inutile.

Un’altra cosa che ho notato nel settore dei servizi è che le persone vogliono avere la libertà di scegliere come mettersi in contatto con te, ecco che può avere senso dare più opzioni:

  • Compilazione del modulo di contatto
  • Indirizzo email
  • Numero di telefono
  • Chat di assistenza (soprattutto nel caso di acquisiti diretti)

Per l’attività locali diventa fondamentale avere anche una mappa e l’indirizzo, per fare in modo che le persone possono visualizzare sulla mappa la tua attività e raggiungere facilmente aprendo la loro app predefinita sullo smartphone.

Sempre per quanto riguarda le attività locali a mio avviso riveste un ruolo fondamentale l’ottimizzazione della scheda Google My Business che contiene tutte le informazioni utili all’utente che cerca un’attività locale.

Di solito coloro che fanno ricerche per attività locali tendono ad utilizzare lo smartphone, quindi nella costruzione del sito tieni conto di questa cosa e dai la priorità alla navigazione da mobile.

Blog (facoltativo)

La sezione blog di un sito web non è sicuramente obbligatoria, ma rappresenta un ottimo modo per raggiungere il tuo pubblico, rispondere alle domande più frequenti e allo stesso tempo dare maggiore consapevolezza riguardo al tuo prodotto.

Creare e gestire un blog in modo efficace richiede impegno, ecco perché ti consiglio di averlo solo se hai compreso che può essere utile per la tua attività e se hai il tempo per farlo crescere, quindi nel caso in cui tu l’avessi ha senso tenerlo presente all’interno della tua home page.

Se avrai avuto modo di leggere altri articoli di questo blog saprai che il mio focus principale sta proprio sull’ottimizzazione sui motori di ricerca e il blogging, ecco perché ti consiglio di valutare con attenzione i vantaggi che implica avere un blog.

Come misurare i dati della homepage

Tutti i progetti vincenti hanno un elemento in comune: il monitoraggio dei dati. Questo è fondamentale per capire che cosa funziona e cosa va ottimizzato in un progetto, in questo caso all’interno di una pagina web.

Sappi che puoi monitorare in modo semplice le performance della tua homepage installando sul tuo sito web Google Analytics, lo strumento gratuito di Google per eccellenza che ti consente di monitorare tra le varie cose:

  • Il numero di visualizzazioni di una pagina;
  • Il tempo di permanenza medio dell’utente;
  • Il numero di call to action raggiunte (puoi settare degli obiettivi).

Oltre tutto questo, hai la possibilità di conoscere il tuo pubblico ancora più da vicino acquisendo dati demografici e dati sugli interessi, così da migliorare i contenuti delle tue pagine. Per installare Analytics ti basta avere un account Google, andare sul sito ufficiale e creare la tua proprietà.

Il sistema ti darà un codice che potrai inserire nella sezione head delle tue pagine, in questo modo ogni volta che un utente visiterà una pagina web sarà tracciato.

Conclusione

In conclusione di questo articolo ti voglio segnalare il tema WordPress che mi ha consentito di creare questo sito web e che rappresenta in modo più flessibile per creare un sito web su WordPress, infatti puoi inserire i vari moduli che ti ho proposto all’interno di questo articolo con molta semplicità.

Sto parlando di Divi di elegant themes, il tema che negli ultimi anni si è diffuso maggiormente tra chi realizza progetti web e con cui è possibile raggiungere dei risultati davvero professionali avendo una ricca galleria di layout già pronti all’uso che puoi modificare.

Ecco un video di qualche secondo per farti un’idea:

Dai un’occhiata al sito ufficiale senza impegno e guarda tutto quello che puoi creare con Divi.

Se i consigli di questo articolo ti sono stati utili e hai creato la tua homepage o magari hai dei dubbi sugli elementi da inserire all’interno delle tue pagine scrivimi qui sotto nei commenti, le tue domande possono essere utili a tutti!

Un saluto

Nadia

 

Leggi anche:

 

Scritto da Nadia Kasa
Ciao! Mi chiamo Nadia Kasa e da settembre 2019 ho creato questo Blog per dare consigli sulla Creazione di progetti online efficaci, grazie al Blogging e all’Ottimizzazione SEO. Contattami per la Realizzazione di siti web in WordPress e per Consulenze SEO.

Ti potrebbero interessare:

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *