Ricerca Parole Chiave & Seo Tool

da | Feb 13, 2020 | SEO | 0 commenti

Se sei arrivato su questa pagina è perché vuoi creare un sito web oppure lo hai creato e vuoi comprendere come fare ricerca parole chiave in modo corretto, una delle fasi più importanti della SEO. Ho creato questo articolo per aiutarti in questo senso e consigliarti alcuni utili strumenti di SEO per le tue ricerche.

Ricerca parole chiave

La ricerca delle parole chiave, chiamata anche keyword research è una delle pratiche più famose della SEO e consiste nel cercare le parole più utilizzate sulla rete in base al proprio settore.

A chi si approccia per la prima volta a questa disciplina spiego sempre che c’è differenza tra ipotizzare le parole chiave e cercare le parole chiave, infatti spesso succede che l’ipotesi non viene confermata dai dati e parole che pensavi fossero molto utilizzati in realtà hanno dei volumi molto bassi.

Leggi anche:

Analisi sito Web

keyword research

Un altro motivo per cui potrebbe interessarti quest’argomento è perché vuoi effettuare l’analisi di un sito web di tua proprietà oppure di altri per comprendere il suo posizionamento sui motori di ricerca.

In questo senso possono esserti di supporto specifici SEO tool, cioè programmi che si occupano dell’analisi in modo completo dell’analisi dei siti Web e attraverso i dati ti indicano le migliori strategie di ottimizzazione su Google.

Prima di consigliarti i programmi per fare le tue ricerche voglio spiegarti alcuni aspetti preliminari della ricerca delle parole chiave. I parametri con cui di solito si analizzano le parole chiave sono:

 

  • Volume: il numero di persone che in media cercano quella parola sul motore di ricerca, essendo una media questo significa che non necessariamente quel termine sarà cercato ogni mese in modo costante, ecco perché è importante considerare anche l’aspetto “stagionale” di alcune parole chiave.
  • Difficoltà e opportunità: questi parametri sono comuni a diversi programmi SEO e indicano la complessità di posizionamento di una determinata parola chiave, parliamo quindi di indicatori che in modo immediato possono farci comprendere la concorrenza presente nel settore.
  • CPC: questo è l’elemento economico e ci suggerisce il valore di ogni singolo click. Se per esempio riesci a posizionare una parola chiave chi ti porta 30.000 visite mensili sul sito, con un CPC Di un euro significa che il valore del traffico all’interno del tuo sito è di circa € 30.000, non significa che fatturerai questa somma, ma solo la potenziale portata economica di quella parola.
  • Analisi manuale: nonostante la guida di un tool Seo sia fondamentale per un professionista che ottimizza siti web, ricordiamo che si tratta comunque di programmi, per cui io mi affido sempre ad un’analisi manuale delle prime 10 pagine in SERP (anche i primi 3 vanno bene) per comprendere che tipo di contenuto hanno scritto e quindi comprenderne la struttura.

Strumenti per scegliere le parole chiave

ricerca-parole-chiave-google

Esistono diversi strumenti per fare analisi di settore, sicuramente anche se non è considerato un SEO tool puoi iniziare a cercare delle informazioni relative agli argomenti di cui vuoi trattare su Google trends. Grazie ha questo programma completamente gratuito inizierai a valutare gli argomenti da trattare all’interno del tuo sito web o blog e avere un primo feedback sui termini.

Seo Tool – I 10 migliori

Ora invece ti indicherò alcuni strumenti gratuiti e a pagamento professionali per fare attività SEO a 360° e ottimizzare il tuo sito per apparire nella serp di Google.

Nell’ambiente dei Seo Specialist tutti conoscono Answer the public, programma che ti permette di ricercare parole chiave ma soprattutto prezioso aiuto nella scrittura di contenuti come articoli e guide. Infatti, ti basta digitare una parola chiave per avere dei suggerimenti di scrittura su possibili articoli da scrivere.

Answer the public parte dalle parole chiave generiche per poi suggerirti le keyword long-tail, le parole chiave a coda lunga, utili per la scrittura di contenuti. Due chicche sono l’indicazione della stagionalità delle parole chiave e le condivisioni social dei tuoi contenuti.

Ricerca parole chiave con Google AdWords Keyword Tool

Altro strumento di Google specifico per la creazione di Google Ads – meglio conosciuto come Google Keyword Planner – che ho voluto inserire nei primi dell’elenco perché il più noto, utilizzato e gratuito. Non si può dire che i volumi delle parole chiave siano sempre super precisi tanto che a volte la media delle parole va da 100 a 1000 e tra un numero e l’altro c’è una bella differenza, ma rappresenta comunque uno strumento utile per partire e farsi un’idea sui termini più pertinenti con il tipo di query.

Mi sono imbattuta in questo sito web che offre un’analisi SEO e mi sembra davvero ben fatto, infatti ti riporta un’analisi completa della velocità, dell’ottimizzazione dei contenuti, della presenza dei link social. Già nella versione gratuita puoi comunque scoprire diverse cose interessanti e avere dati su cui lavorare.

Neil Patel è il fondatore di questo programma, per chi non lo conoscesse uno dei maggiori esperti Seo al mondo, quindi doveva far parte di questa lista. Ubersuggest è un programma davvero molto valido per la ricerca delle parole chiave sia in versione gratuita che a pagamento, ti dà una panoramica del dominio, delle pagine in TOP e suggerimenti su come migliorare.

Da provare.

Seozoom è il mio tool preferito per fare la ricerca delle parole chiave per l’Italia, perché molto preciso e i volumi delle ricerche sono molto attendibili sul territorio italiano dopo diversi test che ho fatto. Si tratta del programma che utilizzo con più frequenza e che sicuramente consiglio per fare un’analisi SEO più accurata rispetto ai tool gratuiti.

Ti consiglio di accedere alla prova gratuita che mettono a disposizione per vedere con i tuoi occhi tutte le possibilità che ti offre. 

Ho lasciato il meglio alla fine, infatti Semrush è il Seo tool più utilizzato e consigliato dagli esperti di tutto il mondo, esiste sia in versione inglese che italiana e il team è davvero professionale. Tutto quello che cerchi da un programma SEO ce l’ha: analisi sito web, analisi parole chiave, panoramica dominio, link interni ed esterni, suggerimenti sull’ottimizzazione dei contenuti, gestione dei backlink (una delle parti più interessanti).

Vale la pena provarlo per capire il livello di efficienza e renderti conto di ciò che puoi fare con la SEO se applicata con cura. L’unico contro è che ha dei costi più elevati, ma che valgono la spesa.

Google tool fondamentali

Di seguito alcuni servizi di Google completamente gratuiti preziosi per l’ottimizzazione SEO e il monitoraggio delle prestazioni.

Google Search Console

Google Search Console è il primo strumento di Google che tutti dovrebbe conoscere e utilizzare quando hanno un sito web, infatti è grazie a questo tool che puoi compiere alcune azioni decisive per fare in modo che il tuo sito si indicizzi su Google, come l’invio della Sitemap.

Che cos’è la Sitemap?

La sitemap è una pagina in formato xml che contiene l’elenco delle pagine di un sito web e va inviata al motore di ricerca al fine di permettere la corretta indicizzazione. Esistono altri motori di ricerca a cui puoi inviare la tua sitemap oltre a Google, come Yahoo, Bing etc., utilizzando i loro programmi dedicati.

Google Analytics

Posso dire che Google Analytics insieme a Seozoom sia il tool che utilizzo ogni giorno, perché mi permette di tenere monitorata la mia attività online, la crescita del sito, le visualizzazioni e il comportamento degli utenti al fine di migliorarlo sempre di più.

La velocità è uno dei fattori SEO on site più importanti, Google gli presta sempre più attenzione, ne abbiamo conferma dagli aggiornamenti all’algoritmo degli ultimi anni. Il motivo è semplice, quando gli utenti cliccano su una pagina se questa ci impiega più di pochi secondi ad aprirsi l’utente cambia sito web. È capitato anche a te di farlo?

In questo senso grande rilevanza va data ai dispositivi mobile con cui sempre più utenti compiono ricerche ed è qui che entra in gioco un altro programma gratuito di papà Google che è Page Speed Insights, grazie al quale ti è possibile misurare la velocità di un sito web e accedere ad una serie di suggerimenti per l’ottimizzazione delle prestazioni.  

Google My Business

Manna dal cielo per chi ha attività locali e vuole fare Local Seo, infatti è proprio da Google My Business che consiglio di partire, in che modo? Arricchendo il più possibile le informazioni al suo interno, quindi inserendo informazioni, testi, immagini dell’attività, post, offerte e chiedendo ai propri clienti di scrivere recensioni. Indicato per professionisti chde vogliono posizionarsi con parole chiave locali, quindi ideale per negozi e uffici.

Conclusione

Come hai potuto constatare tu stesso da questo articolo ci sono diversi strumenti gratuiti e a pagamento che puoi consultare per fare ricerca parole chiave, analisi sito web e ottimizzazione SEO in modo completo. Ricorda che prima di fare ricerca è importante capire quale sia l’intento di ricerca degli utenti, leggi anche:

Se hai domande e curiosità in merito a questa attività SEO e nel dettaglio alla ricerca delle parole chiave scrivi nei commenti, ti risponderò con piacere.

Nadia

NADIA KASA

Nadia Kasa - Freelance Web Designer Milano e da remoto in tutta Italia e Consulente SEO. Mi occupo di Realizzazione siti web in Wordpress e Ottimizzazione SEO su Google. Che cosa aspetti? Inizia a farti conoscere sul web!
prenota la consulenza gratuita

RICHIEDI LA CONSULENZA

Privacy

Web Hosting

ULTIMI ARTICOLI

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Don`t copy text!
Share This