Semrush vs Seozoom: differenze tra i migliori software SEO

da | 21 Apr 2020 | SEO

seozoom banner

Dopo aver dedicato migliaia di parole nella mia Guida sulla Search Engine Optimization ora mi voglio dedicare alla recensione italiana più esaustiva sui due software SEO migliori sul mercato e che personalmente utilizzo, quindi ecco il motivo del titolo SEMrush vs Seozoom.

Se il tuo interesse è capire come avviene il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca e hai già qualche infarinatura sulle basi della SEO questi SEO tool possono fare una grande differenza, così da scalare le SERP di Google.

Sarà semplice? No.

Porterà risultati? Sì.

In questa Guida SEMrush vs Seozoom ti illustro le principali caratteristiche di questi programmi, i loro pezzi forti, i principali strumenti da utilizzare, “come utilizzarli al meglio” e soprattutto come poter accedere ai programmi con una prova gratuita di entrambi per famigliarizzare e capire nel caso quale fa per te.

Semrush vs Seozoom: premessa

semrush-vs-seozoom

Partiamo dal presupposto che i tool SEO sono importanti, ma sono le competenze e conoscenze che hai in ambito SEO che ti permetteranno di arrivare primo su Google e vendere ciò che offri.

Il Digital Marketing è composto da varie fasi e ognuna di queste prevede delle attività da compiere, una di queste attività cosiddette operative è appunto la SEO.

SEMrush e SEOZoom ti danno l’opportunità di dedicarti a molte di queste attività come:

  • L’analisi del pubblico/nicchia a cui ti riferisci, è fondamentale sapere a chi ti riferisci. Il marketing è cambiato e soprattutto quello digitale si riferisce a specifiche nicchie, il provare a “prendere tutti” è fallimentare.
  • L’analisi della concorrenza è l’altro principale step da considerare, per prima cosa per acquisire consapevolezza su chi siano le altre pedine in gioco, seconda cosa per adottare delle strategie e differenziarsi dagli altri. Se sei la copia del tuo competitor perché i clienti dovrebbero scegliere te e non lui?
  • Comprendere quali siano gli argomenti in linea con le ricerche del tuo pubblico, in questo senso inizialmente ti può essere di aiuto anche Google Trends che analizza i trend più gettonati, seppur limitandosi alle tendenze. I tool SEO vanno in profondità analizzando query di ricerca e parole chiave specifiche per settore.
  • Creare un piano editoriale strategico con l’obiettivo di proporre contenuti utili al tuo pubblico, ripeto al tuo pubblico. Infatti, per quanto si dica che i contenuti nella SEO oggi valgono poco perché ci sono dinamiche differenti in gioco a mio avviso sono fondamentali, al di là di creare contenuti di migliaia di parole (strategia di molti anni fa) oggi ha senso che siano UTILI, perché l’utente vuole arrivare subito al punto, cioè alla risoluzione del suo problema.
  • Strutturare un’offerta ideale per il tuo pubblico, infatti ricorda che gli strumenti del marketing come SEO, Google ADS, Facebook ADS e altri sono utili nel momento in cui hai qualcosa da proporre, un prodotto/servizio da vendere, obiettivo finale del marketing.

Un altro motivo per cui potresti interessarti alla SEO e ai programmi SEO è quello di diventare un SEO Specialist e allora ti dico questo articolo fa per te, perché questi programmi sono fondamentali per chi lavora in questo settore.

Di seguito parleremo meglio dei singoli programmi SEMrush e Seozoom e degli strumenti principali che offrono nei loro pacchetti. Ricorda che puoi accedere gratuitamente facendo una prova e testando tu stesso la loro efficacia.

Semrush vs Seozoom: Software SEO

semrush vs seozoom, software seo

Frequentando i social e i gruppi di colleghi Web Designer e SEO Specialist ho visto che spesso vengono consigliati programmi gratuiti per fare la ricerca delle parole chiave.

Partiamo dal presupposto che ha senso partire da un tool gratuito nel momento in cui la tua attività è relativa a un “hobby” e non hai quindi l’obiettivo di monetizzarla. Il web dà una grande opportunità che è quella di investire relativamente poco per avere programmi professionali con cui crescere online.

Se pensi agli imprenditori che aprono attività come un negozio o ancor di più un’attività produttiva ti renderai conto che certi investimenti sul web sono nulla in confronto ad un affitto da pagare o a dei dipendenti, motivo per cui la scelta dei tool è in relazione a quello che tu vuoi fare.

Se vuoi fare SEO in modo serio e dedicarti a questa attività devi orientarti su programmi professionali come Seozoom o Semrush, entrambi ottimi software per fare analisi e migliorare i contenuti del proprio sito web.

Semrush vs Seozoom: una sfida reale?

Questa Guida Semrush vs Seozoom vuole essere un articolo per farti comprendere le potenzialità di questi due programmi, quindi la scelta di orientarti inizialmente su uno o sull’altro è del tutto soggettiva e dipendente da budget e obiettivi – io per esempio li uso entrambi.

Il mio consiglio è di provarli entrambi e di scegliere solo dopo averli testati e capito quale dei due può fare al caso tuo, infatti si adattano molto in base alle singole esigenze. Intanto, prima di passare al capitolo successivo facciamo un super riassunto sul “perché” di questa affermazione:

La SEO è lo strumento di marketing più potente su internet.

Ne esistono altri? Certo. Ma quante probabilità di sono che tu con un’inserzione su Facebook riesca a trovare la persona giusta, che ha l’età giusta, gli interessi in linea, che sia interessata al tuo prodotto e che sia disposta ad acquistare? Tutto questo spendendo cifre considerevoli perché oggi il costo delle inserzioni sui social continua ad aumentare.

Attenzione non dico che non funzioni, il Social Media Marketing è un’attività che funziona benissimo, dico solo che è molto complesso “azzeccare” tutti gli step per poi vendere il tuo prodotto/servizio.

Invece la SEO che cosa fa?

La SEO mette in relazione il cliente che sta cercando quella determinata parola chiave con il prodotto giusto. Quindi, si può dire che nonostante anche in questa strategia le attività da compiere siano tante le probabilità di vendere aumentano.

Semrush e Seozoom: aziende a confronto

Per quanto riguarda il mercato italiano, perché appunto questo Blog di riferisce a te che leggi in questa lingua e lavori in Italia, i programmi SEO migliori per posizionare un sito web sono SEMrush e Seozoom.

Semrush

semrush

SEMrush è un’azienda americana con sede a Boston che ha sviluppato il programma SEO al momento più utilizzato al mondo sia dalle grandi aziende sia dai professionisti dell’Ottimizzazione sui motori di ricerca.

SEMrush inizia la sua attività nel 2008, in principio il programma veniva utilizzato da gruppo di Esperti del settore SEO e IT, dopo 11 anni sono diventati un’azienda leader nel settore con uffici negli Stati Uniti, in Russia, in Repubblica Ceca e nella Repubblica di Cipro.

Tra le aziende più note che utilizzano SEMrush troviamo:

  • eBay
  • Philips
  • com
  • BNP Paribas

La piattaforma inoltre mette a disposizione moltissimi contenuti volti a fornire tutte le informazioni che occorrono per utilizzarlo al meglio, così come l’attività sui social e i gruppi vari dell’azienda. Potrei in definitiva dire che siamo davanti a un colosso della SEO e che per chi si dedica a questa attività diventa moralmente obbligatorio provare.

Come spiegato da SEMrush il loro obiettivo è quello di coniugare le varie attività di ottimizzazione in una unica piattaforma, quindi appositamente creata per gli Esperti Digitali.

Semrush in cifre:

  • 5 milioni di utenti
  • 18 miliardi di keyword
  • 140 geo database
  • 710 milioni di domini
SEMrush

Seozoom

seozoom

Seoozom è il software SEO tutto italiano rilasciato dall’azienda SEO Cube tutta italiana, lanciato a partire dal 2015 da i due esperti SEO Ivano di Biasi e Giuseppe Liguori con l’obiettivo di mettere a disposizione degli utenti un programma completo per le attività di Search marketing e di analisi e ottimizzazione dei siti web sui motori di ricerca.

Seppur relativamente giovane, il programma ha avuto un grande successo in Italia, sia per gli strumenti di base e avanzati messi a disposizione della piattaforma, sia per la competitività dell’offerta – direi rispetto a molte accessibile a tutti.

Dal punto di vista dell’utente inoltre il vantaggio è elevato in quanto il servizio non è solo circoscritto alla piattaforma, ma comprende: assistenza sia sul gruppo Facebook, sia in live chat; webinar tenuti da Esperti di Digital marketing con informazioni preziose sull’ottimizzazione e una Academy completa su come utilizzare la piattaforma.

SEOZoom

Semrush vs Seozoom: tool a confronto

Ora, passo a spiegarti le funzionalità che ritengo più importanti, quindi passando al cuore di questa Guida SEMrush vs Seozoom, sottolineando la validità di entrambi i tool. Entrambi nascono per fare analisi di siti web, ricerca delle parole chiave, analisi di mercato, studio dei competitor, studio dell’autorevolezza del sito e dei backlink presenti, feedback sui contenuti ottimizzare e altro.

Ecco le funzioni di SEMrush e Seozoom che apprezzo maggiormente.

Pronto?

Semrush: funzionalità più importanti

Di seguito ti illustrerò le principali funzionalità di SEMrush, ovviamente gli strumenti variano in base al tipo di abbonamento scelto ma in linea di massima i principali strumenti sono inclusi nel primo pacchetto.

A sinistra troverai un menù a tendina selezionabile con la possibilità di scegliere le funzioni di SEMrush che ti servono:

semrush, menù
  • SEO Toolkit
  • Advertising Toolkit
  • Social Media Toolkit
  • Content Marketing Toolkit
  • Competitive Research Tolkit

Il macro menù a sinistra di Semrush è diviso in sezioni ed ogni sezione cambia in base alla selezione fatta nel menù a tendina. In questa lista nel vedremo solo alcuni, quelli più importanti e utilizzati con frequenza:

In SEO Toolkit che è la sezione più utilizzata troverai:

semrush, analisi della concorrenza
Analisi della concorrenza
  • Panoramica dominio: è una delle prime funzionalità che ti permette di avere un quadro generale sul dominio sul suo livello di posizionamento sui motori di ricerca, ricorda di selezionare il Paese che ti interessa per fare la ricerca.
  • Analisi del traffico: in questa schermata trovi dati importanti sul traffico, sulle principali parole chiave posizionate, sul traffico d queste, sui canali di acquisizione e sul comportamento degli utenti.
  • Ricerca organica: questo è il primo strumento di ogni software SEO, cioè ciò che riguarda i risultati della ricerca organica nella SERP di Google (la lista dei siti web presenti con una determina parola chiave). Grazie alla ricerca organica puoi scoprire quali sono le migliori parole chiave da posizionare, quali sono le keywords dei tuoi competitor, il livello di competitività.
  • Panoramica Keyword: tutta questa sezione è dedicata alla ricerca delle parole chiave, una delle attività più importanti della SEO.
  • Keyword Magic tool: questo è lo strumento più amato per chi utilizza SEMrush e che permette di fare una ricerca delle parole chiave tenendo d’occhio i dati più importanti come il volume di ricerca, la difficoltà di posizionamento, i competitor già posizionati, la competitività dei backlink e altri dati interessanti.
  • Keyword Difficulty: come dice la parola stessa in questa area puoi verificare la difficoltà delle parole chiave e scovare opportunità per nuove parole che magari i tuoi competitor stanno ignorando.
  • Analisi Backlink, Backlink Audit e Link Building Tool sono tre strumenti che fanno analisi dei backlink di un sito web e quindi sulla conseguente autorevolezza che ha acquisito sulla rete.

Altra parte interessante comune a tutti i tool SEO è quella dei progetti, dove puoi inserire un sito web da tracciare per avere una panoramica globale su ciò che accade e quindi monitorare il tuo miglioramento. Il numero di progetti disponibili è in relazione al pacchetto che acquisti.

Oltre a questa sezione ce ne sono altre che riguardano la parte di SEM, quindi l’advertising, la parte Social che sempre di più ha una forte rilevanza nell’ottimizzazione. SEMrush è un programma che ha davvero moltissime funzionalità che ti consiglio di scoprire una a una.

Una sezione fondamentale che merita di essere citata (presente anche in Seozoom in una versione similare) è quella del Site Audit, cioè l’area in cui testi la salute del tuo sito e in cui il programma ti restituisce eventuali errori e feedback di correzione, come pagine 404 e reindirizzamenti da effettuare. Questa può essere davvero PREZIOSA se hai modificato contenuti e hai lasciato errori per strada senza volerlo.

semrush,site-audit

Accedi alla versione di PROVA GRATUITA di 14 giorni e prova comodamente Semrush per poi scegliere se acquistarlo o meno:

SeoZoom: funzionalità più importanti

Seozoom è un programma che uso con frequenza, semplice da imparare per chi è agli inizi grazie alla sua struttura intuitiva, questa piattaforma offre molte funzionalità: dall’analisi di siti web alla ricerca delle parole chiave, fino allo studio dei backlink, quelle io utilizzo e apprezzo maggiormente sono:

  • La parte dei progetti progettata a mio avviso molto bene
  • L’assistente editoriale prezioso per chi fa Blogging

 

Nell’area progetti di Seozoom avrai a disposizione un’analisi completa sul tuo sito web, configurare un progetto è molto semplice e ti ci vorrà poco tempo, inserendo il nome del progetto con il dominio, le parole chiave da analizzare e i competitor principali.

Una volta configurato dovrai poi collegare il progetto al tuo sito web in WordPress tramite un utile plugin (anche SEMrush fornisce un ottimo plugin per WordPress) che fungerà da vero e proprio assistente editoriale quando scriverai i tuoi articoli (ovviamente puoi affidarti anche in alternativa all’ottimo plugin gratuito Yoast SEO).

Quando la configurazione è completata avrai accesso a informazioni come:

  • Panoramica sulle keywords posizionate, aggiornate giorno per giorno in base alla tua evoluzione
  • Suggerimenti sul miglioramento dei contenuti
  • Andamento dei competitor
  • Qualità e analisi dei backlink
  • Performance relative alla velocità sia su desktop che su mobile

 

seozoom,-strumenti-editoriali

Strumenti editoriale e assistente editoriale

Anche in questo caso gli strumenti sono molti e ho selezionato quelli più importanti per me e che ti consiglio di utilizzare, a maggior ragione se sei un blogger o un aspirante blogger.

Trovi consigli sui contenuti sia nell’area dei progetti, sia nell’apposita sezione “Strumenti editoriali” con un vero e proprio editor che ti suggerisce la qualità del tuo contenuto in base alla parola chiave, dallo SNIPPET, ai titoli, fino ai paragrafi nel testo.

Gli strumenti di cui scrivere sono moltissimi, ma il modo migliore per testare è d’iniziare tu stesso a utilizzare questi strumenti.

Considerazioni finali

Siamo quasi al termine di questa Guida SEMrush vs Seozoom, dare un consiglio su un programma piuttosto che l’altro è complesso, infatti come già detto io li utilizzo entrambi quindi in linea di massima il mio consiglio è di provarli tutti e due e poi scegliere tu su quale orientarti.

Ci sono alcune considerazioni da fare in merito, basate esclusivamente sulla mia esperienza, queste sono le situazioni in cui nel caso di una scelta mi orienterei su uno piuttosto che sull’altro:

  • Hai deciso di aprire un blog in italiano e ti servono dei suggerimenti sulla creazione dei contenuti? Il mio consiglio è di accedere alla PROVA GRATUITA di Seozoom.
  • Hai un blog che è già in espansione e stai valutando anche una possibile versione in inglese? Ti consiglio di valutare SEMrush per validità dei dati proposti sul piano internazionale, infatti presenta la possibilità di estendere le ricerche in tutti i Paesi del mondo.
  • Vuoi studiare la strategia SEO di un competitor? Entrambi i tool ti possono essere utili, direi comunque che la scelta dipende da quello che ti serve maggiormente, se vuoi studiare il contenuti ti consiglio Seozoom mentre per strategie più dettagliate su backlink e autorevolezza andrei su SEMrush.
  • Conosci già bene la SEO? Provali entrambi dando priorità a Semrush perché le funzionalità avanzate come lo studio attento dell’advertising e dei social ti permetteranno di acquisire quel quid in più.

Altra considerazione da fare nel caso di un ipotetico acquisto del pacchetto è il budget e il tipo di progetto che stai sviluppando. Se sei agli inizi e vuoi avere un supporto da una valida piattaforma ti consiglio di orientarti su Seozoom, se il tuo sito è anche orientato sul mercato internazionale e la tua ottimizzazione SEO richiede analisi più dettagliate ti direi di aggiungere al tuo budget di Digital marketing anche Semrush perché utilizzare questo tool fa la differenza.

Scopri i migliori programmi che offrono SEO suite complete:

semrush

Accedi alla prova GRATUITA di Semrush, il migliore proogramma SEO. Cliccando sul pulsante potrai averlo per ben 14 giorni in modo completamente gratuito.

seozoom

Accedi alla prova GRATUITA DI Seozoom, il programma numero 1 in Italia:

E tu alla fine che cosa hai scelto Seozoom o SEMrush? O entrambi?

Se hai domande particolare sul tuo caso scrivile nei commenti, mi fa piacere risponderti.

Nadia

Leggi anche:

Scritto da Nadia Kasa
Ciao! Mi chiamo Nadia Kasa e da settembre 2019 ho creato questo Blog per dare consigli sulla Creazione di progetti online efficaci, grazie al Blogging e all’Ottimizzazione SEO. Contattami per la Realizzazione di siti web in WordPress e per Consulenze SEO.

Ultimi articoli

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest