Sei qui: Home 5 Wordpress 5 Sito web aziendale: cos’è, perché averlo, conseguenze positive e caratteristiche che dovrebbe avere

Sito web aziendale: cos’è, perché averlo, conseguenze positive e caratteristiche che dovrebbe avere

da | 4 Giu 2021 | 0 commenti

Cos’è un sito aziendale e perché un’azienda dovrebbe averne uno? Se hai cercato qualcosa del genere in rete e hai trovato questo articolo sei nel posto giusto, perché ti spiegherò tutto quello che ti occorre sapere sui siti aziendali.

Altri interrogativi che potresti avere sono: quali sono i vantaggi per la mia azienda di avere un sito professionale?

E ancora, quali dovrebbero essere le caratteristiche delle varie pagine, così che possa ottenere contatti per vendere i miei prodotti/servizi.

Quando si ha un’azienda e ci si approccia per la prima volta ad internet porsi queste domande è del tutto normale, perché con la marea di informazioni presenti online non è semplice cogliere ciò che fa più per te. Questo post nasce proprio per fare chiarezza, così che tu possa fare la scelta più giusta per il tuo caso.

Cos’è un sito web aziendale?

Il sito web aziendale è il luogo virtuale in cui presenti la tua azienda in modo unico e differenziante rispetto alla concorrenza, mostri al pubblico l’immagine del tuo brand e ciò che offre, mettendo così alla luce nel miglior modo possibile i tuoi prodotti/servizi.

Dal punto di vista tecnico il sito è come una sorta di “albero” che collega varie pagine tra di loro rispettando le logiche della navigazione utente e dei fattori di posizionamento sui motori di ricerca.

Perché avere un sito aziendale?

Come dico sempre a tutte le persone con cui ho il piacere di comunicare e che mi chiamano ogni giorno, un sito è in primo luogo uno strumento di marketing molto potente che puoi accogliere tutta una serie di utenti dalla rete:

  • Persone che non conoscono ancora il tuo prodotto/servizio
  • Persone che magari hanno sentito parlare della tua azienda e vogliono farsi un’idea più precisa
  • Clienti che ti seguono da tempo e vogliono rimanere aggiornati sulle novità che hai da proporre e per rinforzare in loro la decisione di rivolgersi nuovamente a te per un successivo prodotto/servizio

Quindi per riassumere in qualche modo ciò che il sito fa potrei dire che: il sito informa, convince e mette l’utente nelle condizioni di poterti contattare nel modo migliore per lui.

Dietro a queste parole c’è il mondo e ovviamente non può essere spiegato soltanto con un articolo, ma questo compito non è assolvibile da un sito vetrina tipo presentazione, ma un sito pensato con l’obiettivo di portare l’utente a compiere un’azione.

Il modo migliore con cui si ottiene ciò sono le parole, infatti le parole sono lo strumento più potente che abbiamo per comunicare al meglio e valorizzare ciò che abbiamo a disposizione in quel determinato momento.

È grazie alle parole che piccole aziende hanno raggiunto traguardi importanti, queste unite ad una buona strategia di Digital marketing che preveda l’Ottimizzazione per motori di ricerca è una delle più grandi leve per poter crescere.

Prima di parlarti delle caratteristiche di un sito aziendale ideale ti dico di seguito quelle che sono le conseguenze positive dell’avere un sito web.

Branding

La parola branding sembra un qualcosa di astratto, quando partecipai ai primi corsi di marketing non mi rendevo conto della sua importanza finché a furia di sbatterci la testa mi sono resa conto che in realtà è il focus centrale di tutto.

Ti sei mai chiesto perché quando accendi la tv sono presenti spot pubblicitari di aziende famose come le classiche Apple, Coca Cola, Amazon? Se ci pensi sono talmente note che si potrebbe pensare: “Potrebbero farne a meno di questo spot!”.

E invece è proprio grazie a quello spot che il loro messaggio, i loro valori, tutto ciò che ruota attorno alla loro azienda può essere veicolato in modo diretto ed efficace. È ovvio, probabilmente con quel singolo spot il loro fatturato non aumenterà, ma farà qualcosa che è ancora più importante: rafforzerà il loro brand.

Proprio per questo oggi quando dici bevanda, smartphone e e-commerce ti vengono in mente queste aziende, per la potenza del loro brand.

Una cosa fondamentale è che nel tuo piccolo puoi sfruttare anche tu un sito web aziendale per mandare un messaggio, posizionarti in un settore ben preciso e differenziarti attraverso degli elementi unici veicolando i tuoi valori.

Il sito web aziendale è il punto di partenza.

Visibilità

Un tempo i mezzi di comunicazione che davano una buona visibilità erano la stampa e la televisione, quando parlo con qualcuno ovviamente dico sempre che bisogna valutare ciò che strategicamente funziona senza eliminare niente “a priori”.

Quindi, anche se io mi occupo di Digital Marketing ben venga la piccola attività che fa il volantinaggio in zone mirate per farsi conoscere a livello locale o ancora organizza degli eventi per creare relazione con potenziali clienti. Quando qualcosa funziona non bisogna mai escluderlo, anzi l’idea è proprio quella di rafforzarlo.

Oggi, per quello che ci dicono le statistiche e per la direzione generale che sta prendendo il mercato il focus principale è online, sappiamo che gli utenti che utilizzano internet sono quasi 5 miliardi e le ricerche complessive quotidiane sono in media sui 10 miliardi. (Fonte: Internet Live Stats).

I due principali check point in cui puoi acquisire persone interessate ai tuoi prodotti sono su Google (fanno la ricerca su Google, il tuo sito è posizionato e raggiungono le tue pagine) e sui social media, in particolare su Facebook (discorso comunque generalista perché dipende dal settore).

Io che mi occupo di ottimizzazione per motori di ricerca ti dico che ci sono dei settori molto competitivi che raggiungono cifre importanti grazie a questa attività, per cui i social vanno benissimo e mettono un turbo.

La SEO invece ti posiziona come leader di settore e intercetta di solito gli utenti che sono già interessati al tuo settore o stanno già valutando di acquistare, per cui magari si imbattono in un tuo contenuto informativo o ancora in una pagina del tuo prodotto o servizio.

Autorevolezza

Oltre che essere un imprenditore o un responsabile in azienda sei anche un consumatore, quindi ti sarà capitato di fare un acquisto online e prima di cercare delle informazioni a riguardo, magari scrivendo “nome del prodotto + recensione o opinioni”.

O ancora di andare direttamente sul sito dell’aziendale per leggere le caratteristiche del prodotto, ecco immagina di fare questa ricerca e non trovare alcun sito web. Obiettivamente l’autorevolezza dell’azienda perde in questo senso, è come se venisse a mancare la fiducia.

Nella quotidianità questo comportamento è diffuso nel mondo della ristorazione, ci sono ancora molti ristoranti che non hanno un sito web perché “tanto siamo pieni di clienti”. Quindi proprio perché siete pieni di clienti e magari già noti nella zona che dovreste rafforzare il vostro brand creando il vostro sito aziendale.

L’utente in questo modo si fa un’idea del menù e trova le informazioni relative al servizio su altre pagine, sulle recensioni e sulle gallery degli utenti. In questo modo l’azienda è condizionata unicamente da ciò che scrivono gli altri, senza avere parola in merito.

Insomma, non un buon modo di agire sul web. Quindi al di là del numero di clienti il sito web aziendale non è più uno strumento da considerare “facoltativo”, ma un modo per valorizzare ciò che si offre al meglio.

Le caratteristiche di un BUON sito web aziendale

Come avviene per tutti i lavori non ci si improvvisa designer e specialisti del marketing digitale, ecco perché il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un professionista per cui se stai valutando di realizzare un sito web aziendale scrivimi pure dalla pagina Contatti per richiedere un preventivo.

Di seguito alcune indicazioni, come una sorta di mappa per indicarti le caratteristiche che un sito web aziendale dovrebbe avere.

2. Struttura del sito

La struttura del sito è uno degli aspetti più sottovalutati anche dagli sviluppatori esperti, perché se anche è vero che lo sviluppatore realizza la struttura dal punto di vista tecnico, gli obiettivi vengono definiti insieme ad un consulente di marketing.

Il modo di strutturare l’alberatura del sito dovrebbe tenere conto soprattutto degli obiettivi di marketing e di posizionamento che l’azienda vuole raggiungere, così da definire le pagine da mettere in evidenza.

  • Qual è l’obiettivo del sito?
  • Qual è il servizio/prodotto che si vuole mettere in luce?
  • Quali call to action dovrebbe compiere l’utente?

La risposta a queste domande traccia un primo passo verso la costruzione di un progetto ragionato e pensato per raggiungere uno scopo ben preciso.

3. Visual che rimandi al brand

Nel marketing la parte visuale è molto importante perché definisce ancora di più ciò che si vuole comunicare, da “specialista delle parole” tendo a dare sempre più peso a queste piuttosto che all’aspetto, ma la comunicazione va vista a 360°.

Varie realtà partono non curando il visual, per esempio le piccole attività locali che non hanno un grande budget per la parte grafica utilizzando magari in principio dei layout preimpostati che con una comunicazione vincente funzionano.

In un secondo momento poi rafforzano ulteriormente il loro messaggio attraverso la scelta di colori, font e immagini che esprimano e siano coerenti con il loro messaggio. Direi che l’abbinamento di questi aspetti comunicazione e visual sia l’asso nella manica di un’azienda che vuole raggiungere risultati online

4. Copy pensato per differenziarsi

Arrivato a questo punto avrai intuito che do una particolare attenzione alle parole, perché sono il modo principale che abbiamo per comunicare con gli altri. Esistono persone dotate di talento che non fanno strada perché non sanno vendere le loro competenze e la stessa cosa avviene per prodotti e servizi promossi dalle aziende.

Il modo migliore per differenziarsi e rendere unico il proprio messaggio è utilizzare il Copywriting, quella disciplina che utilizza delle strategie per valorizzare il tuo messaggio, i tuoi valori, insomma gli aspetti che ti caratterizzano.

Un buon prodotto è un buon prodotto,

un buon prodotto con una buona comunicazione diventa un ottimo prodotto.

5. Posizionamento sui motori di ricerca

La “tuttologia” non mi piace e credo non possa coesistere con l’eccellenza, se vuoi diventare bravissimo in qualcosa non puoi dedicarti a dieci attività. Il risultato è un professionista mediamente bravo in tutto, ma eccellente in nulla.

Ecco perché da circa un anno e mezzo il mio focus è tutto sulla creazione di contenuti efficaci per i motori di ricerca volti a posizionare i siti dei miei clienti e aumentare così la loro autorevolezza e nel tempo il loro fatturato.

Il posizionamento è un’attività lunga e complessa, quindi richiede tempo e impegno, motivo per cui molti preferiscono optare per delle campagne di advertising che diano risultati nel breve periodo.

Come ho spiegato in uno dei capitoli precedenti a mio avviso un’attività non esclude l’altra e investire oggi nella creazione di contenuti mirati e SEO significa dare un boost alla propria attività e immagine.

Per concludere

Mi auguro che questo articolo ti sia stato utile per capire che cos’è un sito aziendale e quali sono i principali vantaggi di averlo, avrai notato che sono andata oltre il semplice ragionamento legato all’ottenere nuovi clienti.

Sicuramente ottenere nuovi clienti è l’obiettivo comune a tutte le aziende, il punto è che si tratta di una conseguenza di un lavoro ben fatto in precedenza. Una serie di attività che determinano quel risultato.

Il sito è il punto di partenza di tutte le attività digitali, e tu ne hai già uno?

Stai pensando di realizzarlo? Fammelo sapere nei commenti o scrivimi direttamente nella pagina Contatti per chiedere un preventivo per la tua attività.

Un saluto,

Nadia

Nadia Kasa

Nadia Kasa

Blogger & SEO Specialist

Ciao! Ti do il benvenuto nel mio blog dove troverai tanti consigli su come creare un sito e soprattutto come farlo crescere grazie alla SEO, l’ottimizzazione per motori di ricerca.
Se hai bisogno di un alleato per posizionare il tuo sito dai un'occhiata al mio servizio di Consulenza SEO.

Il migliore tema per il tuo sito web

  • Divi è il tema WordPress più usato al mondo per creare siti web, blog e funnel di vendita
  • Lo hanno scelto 767.154 freelance e imprenditori
  • Perfetto per chi parte da zero

Articoli che potrebbero piacerti:

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *