Sei qui: Home 5 Wordpress 5 WordPress.com vs WordPress.org self-hosted: Tutte Le Differenze

WordPress.com vs WordPress.org self-hosted: Tutte Le Differenze

da | 5 Mar 2021 | 0 commenti

Prima di creare un sito web è fondamentale avere delle informazioni di base per non rischiare di buttare via il tempo e il denaro in un progetto, rispetto ad altri colleghi io sarò molto più diretta nel consigliarti la scelta giusta, perché occupandomi di ottimizzazione sui motori di ricerca la mia prerogativa è appunto la crescita di progetti web.

Mi capita spesso che chi richiede un preventivo per creare un sito web o faccia formazione non conosca la differenza tra la piattaforma WordPress.com e il software self-hosted WordPress.org, in questo articolo faccio chiarezza e ti spiego tutto ciò che c’è da sapere.

Infatti, WordPress.com e WordPress.org sono profondamente diversi sia dal punto di vista tecnico che da quello delle opportunità di crescita, in questo articolo ti parlerò di cosa sono, gli obiettivi con i quali nascono, mi soffermerò sulle differenze fondamentali e su quale scelta orientarti per far realizzare il tuo progetto.

P.S.: ti segnalo subito le due Guide complete su come creare un sito web e come creare un blog oggi passo dopo passo.

WordPress.com vs WordPress.org

WordPress.org

cos'è wordpress

WordPress è il software più utilizzato al mondo per la creazione di progetti online, dai siti web ai blog fino agli e-commerce. Rappresenta dunque la prima scelta per tutti coloro che vogliono creare un sito web e accedere alle funzionalità di un programma semplice da gestire, ma allo stesso tempo abbastanza potente da poterlo rendere funzionale per la crescita.

Dal punto di vista tecnico WordPress è un CMS, cioè un software gratuito e libero al 100% per la gestione dei contenuti, motivo per cui rappresenta la scelta ideale per tutti coloro che vogliono pubblicare contenuti all’interno di un blog.

La maggior parte dei siti web che trovi sulla rete sono stati realizzati con questa piattaforma, in parte perché la sua gestione è abbastanza semplice da imparare e in parte perché si presta molto bene alla gestione e programmazione di articoli e alla suddivisione dei ruoli degli utenti.

Rispetto ad altri programmi si tratta di un software libero, infatti è stato realizzato da decine di migliaia di sviluppatori che hanno contribuito al suo sviluppo per dare a tutti la possibilità di realizzare il proprio progetto online.

Intorno a WordPress esiste una community molto forte e unita, tanto che esistono anche dei veri e propri eventi mensili che vengono organizzati in varie città d’Italia e del mondo. La cosa bella è che qualunque bravo sviluppatore può contribuire a migliorare il software e a correggere eventuali problemi.

Quindi, a differenza di altre piattaforme che danno la possibilità di creare un sito in modo guidato pagando un canone mensile o annuale come WordPress.com e Wix, il software di WordPress.org è gratuito.

Quando si crea quindi un sito con WordPress gli unici investimenti dal punto di vista temporale ed economico sono due:

  1. Essendo un programma self-hosted ha bisogno di un hosting (uno spazio web) su cui appoggiare i contenuti, l’hosting ti deve garantire un sito veloce, funzionale e sicuro. Per esempio io utilizzo Siteground che è tra l’altro uno degli hosting consigliati dal sito stesso di WordPress.
  2. Un tema per realizzare il layout, quindi la grafica di tutte le tue pagine da zero ho ancora di accedere ad una libreria di layout già pronti che può fare al caso tuo. Questo blog e tutti i contenuti che vedi (incluso questo articolo) sono stati realizzati con il tema Divi di eleganthtemes che contiene al suo interno centinaia di layout pronti per tutte le categorie e professioni.

 

WordPress.com vs WordPress.org

Caratteristiche WordPress.org

Di seguito ti elenco quali sono le caratteristiche soprattutto i vantaggi di utilizzare il software libero WordPress.org:

  • Il primo aspetto da segnalare è il self-hosted e direi il più importante della lista, vale a dire quello di essere proprietario effettivo del sito. Significa che sei l’intestatario dello spazio web e del dominio che hai registrato. Le altre piattaforme di creazione dei siti web ti mettono a disposizione un loro spazio per creare i tuoi contenuti, ma non è mai effettivamente tuo, tanto che sono abbastanza frequenti i casi in cui quando le piattaforme hanno notato attività non regolari e in qualche modo definite spam hanno bloccato i siti.

Un po’ come dire che affitti una casa, invece che comprarla.

  • Anche se te ne ho già parlato sopra, all’interno di questa lista non poteva mancare il fatto che WordPress sia gratuito, questo significa che su qualsiasi spazio web che te lo consenta puoi installare questo CMS semplicemente scaricandolo dal sito ufficiale.

P.S.: nei pacchetti di Siteground non è necessario fare alcuna operazione tecnica, perché quando acquisti un loro piano WordPress il programma è già installato e pronto all’uso.

  • Puoi installare qualsiasi tipo di tema tra le migliaia di temi WordPress disponibili sulla rete, o ancora sei hai competenze di sviluppo o in futuro le vuoi acquisire puoi addirittura creartene uno tuo e caricarlo all’interno del sito. I temi che ti consentono di progettare layout davvero interessanti sono Premium, come nel caso di Divi ed Elementor.

Leggi anche la Guida più Completa d’Italia sul tema Divi

  • Uno degli elementi distintivi di WordPress, insieme ai temi, è quello dei plugin WordPress, programmi che puoi installare all’interno del tuo sito per accrescere le sue funzionalità. Esistono plugin di tutti i tipi, per farti alcuni esempi: plugin per la creazione di moduli di contatto, plugin per i cookie, plugin per creare fantastici popup.
  • I sistemi di tracciamento che puoi installare all’interno del tuo sito sono pressoché infiniti, tre più importanti ci sono i codici di monitoraggio di Google Analytics e i vari programmi per la SEO come Semrush.
  • Rispetto a un tempo anche creare dei negozi online con WordPress è diventato più semplice, grazie a un plugin come Woo-Commerce che è molto di più di un plugin, puoi realizzare il tuo e-commerce, creare aree riservare e inserire metodi di pagamento.
  • Le opportunità di monetizzazione con questo programma sono infinite, di solito quando si crea un sito lo si fa per promuovere un prodotto o un servizio, è il caso dei siti realizzati per la maggior parte dei professionisti e delle aziende. Nel caso invece di un progetto editoriale come un blog è possibile ampliare le scelte di monetizzazione, come l’inserimento della pubblicità di Google (AddSense), le affiliazioni e l’inserimento dei banner.

Alcuni contro dell’utilizzo di WordPress, anche se non li definirei proprio dei “contro” sono il fatto di dover avere un abbonamento con uno spazio web (che in realtà hai anche con WordPress.com), essere responsabili di ciò che riguarda la sicurezza, quindi mantenere sempre tutto aggiornato e fare costantemente dei backup (nel caso di Siteground trovi la sezione backup automatico nel pannello di controllo) e l’eventuale investimento che vuoi fare su plugin e temi.

Qualsiasi progetto online che si rispetti, anche se viene realizzato in modo autonomo comporta un minimo d’investimento, che è bassissimo rispetto al servizio di un professionista.

WordPress.com vs WordPress.org

Siti famosi creati con WordPress.org

E ora per sottolineare ancora di più che l’utilizzo di WordPress avviene davvero in modo importante e soprattutto da siti web che probabilmente hai anche visitato e sono molto famosi, di seguito una lista delle aziende e dei personaggi che utilizzano WordPress per gestire il loro sito.

siti wordpress forbes

Sito di Forbes (giornali online)

forbes.it

siti wordpress obama foundation

Sito di Barack Obama Foundation (politica)

www.obama.org

siti wordpress sony music

Sito della Sony Music (musica e intrattenimento)

www.sonymusic.it

siti wordpress toyota brasile

Sito della Toyota in Brasile (business company)

www.toyota.com.br

siti wordpress usain bolt

Sito di Usain Bolt (sport)

usainbolt.com

siti wordpress il fatto quotidiano

Il Fatto Quotidiano (quotidiano italiano)

www.ilfattoquotidiano.it

Come hai visto anche i big scelgono WordPress, questi sono soltanto alcuni dei personaggi, delle aziende e dei quotidiani online che lo hanno scelto e per darti una panoramica generale ho inserito siti di settori differenti.

Ora vediamo che cos’è invece WordPress.com, quali sono le caratteristiche e poi una tabella a confronto tra i due.

WordPress.com vs WordPress.org

WordPress.com

wordpress.com

WordPress.com è una piattaforma realizzata con l’obiettivo di fornire una serie di piani a basso costo per creare il proprio sito. La società è stata fondata dallo stesso co-fondatore di WordPress Matt Mullenweg che ha scelto di fornire anche un servizio all-in-one a pagamento.

Con questo sistema è possibile anche realizzare dei progetti gratuiti, cioè senza la registrazione del dominio, ma inserendo semplicemente il nome del proprio brand e il testo WordPress.com. Ti sarà capitato sulla rete di imbatterti in domini come: mariorossi.wordpress.com

A mio avviso questo non è un modo professionale di proporsi, perché come ti ho scritto nei capitoli precedenti l’investimento per la creazione di un sito in modo autonomo è assolutamente accessibile a tutti coloro che vogliono promuovere la propria attività sul web.

Ci stavo pensando di scrivere che l’utilizzo di WordPress.com potrebbe avere un senso per coloro che stanno imparando ad utilizzare la piattaforma, ma in realtà non è proprio così perché almeno nei primi piani non è possibile installare temi e plugin. Questo riduce di tanto le possibilità sia di realizzazione che di eventuale apprendimento.

WordPress.com vs WordPress.org

Caratteristiche di WordPress.com

Di seguito le caratteristiche principali di WordPress.com e i piani che la piattaforma propone:

  • L’utilizzo iniziale è gratuito, infatti è previsto un piano senza la registrazione del dominio con uno spazio di archiviazione di 3 GB (che è poco).
  • Il sistema viene aggiornato in modo automatico, quindi a differenza di WordPress.org non dovrai preoccuparti degli aggiornamenti (che in ogni caso per i software si fanno con pochi clic).
  • Non esistono opportunità di monetizzazione, perché sistemi di pubblicità, banner e affiliazioni non sono consentiti all’interno della piattaforma. Questo ne riduce l’opportunità e la crescita.
  • La maggior parte delle integrazioni più interessanti appartengono al piano business, quindi a parità d’investimento è sicuramente più sensato a mio avviso optare per un proprio hosting.
  • Per quanto riguarda la possibilità di creare dei negozi online e vendere anche all’estero, il piano più interessante è sicuramente l’ultimo il business, quello da 45 € al mese che ti consente di inserire vari metodi di pagamento in più di 60 paesi, integrazione con i corrieri e opzioni di design Premium per negozi online.

 

Piani di WordPress.com

(riportati dal loro sito web)

I piani della piattaforma sono quattro:

1. Personale

€4 al mese, addebito annuale

Include:

  • Dominio gratuito per un anno
  • Rimozione della pubblicità di WordPress.com
  • Ricezione pagamenti
  • Supporto via e-mail illimitato

2. Premium

€8 al mese, addebito annuale

Include:

  • Dominio gratuito per un anno
  • Rimozione della pubblicità di WordPress.com
  • Ricezione pagamenti
  • Supporto via e-mail illimitato
  • Supporto via chat
  • Entrate pubblicitarie
  • Temi Premium
  • Caricamento di video
  • Integrazione di Google Analytics

3. Business

€25 al mese, addebito annuale

Include:

  • Dominio gratuito per un anno
  • Rimozione della pubblicità di WordPress.com
  • Ricezione pagamenti
  • Supporto via e-mail illimitato
  • Supporto via chat
  • Entrate pubblicitarie
  • Temi Premium
  • Caricamento di video
  • Integrazione di Google Analytics
  • Più di 50.000 plugin WordPress per maggiori funzionalità
  • Strumenti avanzati per la SEO (ottimizzazione per motori di ricerca)
  • Backup automatici del sito e ripristini con un clic
  • Accesso a SFTP (SSH File Transfer Protocol) e al database

4. E-commerce

€45 al mese, addebito annuale 

Include:

  • Dominio gratuito per un anno
  • Rimozione della pubblicità di WordPress.com
  • Ricezione pagamenti
  • Supporto via e-mail illimitato
  • Supporto via chat
  • Entrate pubblicitarie
  • Temi Premium
  • Caricamento di video
  • Integrazione di Google Analytics
  • Più di 50.000 plugin WordPress per maggiori funzionalità
  • Strumenti avanzati per la SEO (ottimizzazione per motori di ricerca)
  • Backup automatici del sito e ripristini con un clic
  • Accesso a SFTP (SSH File Transfer Protocol) e al database
  • Pagamenti da più di 60 paesi
  • Integrazione con i migliori corrieri
  • Opzioni di design premium per negozi online

Differenze rilevanti tra WordPress.com vs WordPress.org self-hosted

Ho realizzato per te un’infografica che ti permetta di avere uno schema con le differenze tra WordPress.com e WordPress.org self-hosted.

wordpress.org caratteristiche
wordpress.com caratteristiche

I tre elementi che mi fanno scegliere sempre WordPress.org

Tra tutte le varie caratteristiche, i vantaggi e i contro dell’utilizzo di WordPress.org e WordPress.com le più importanti si possono ridurre a tre: l’hosting proprietario self-hosted, la possibilità di installare temi Premium e l’inserimento dei plugin che metteranno il turbo al tu progetto.

Hosting proprietario

Se hai avuto modo di leggere altri articoli di questo blog, saprai che la scelta dell’hosting è una delle più importanti quando si decide di lanciare un progetto online, infatti questa ha un impatto importante su performance, sicurezza e supporto.

Esistono varie soluzioni di piani hosting con WordPress preinstallato o installabile tramite una semplice piattaforma, sia italiani che stranieri. Nel mio caso la scelta ricade su Siteground che ti offre una piattaforma con un pannello di controllo intuitivo, delle ottime performance per avviare il tuo blog e un’assistenza da 10 e lode che fa davvero la differenza.

Rispetto ad altre aziende che troverai online (ce ne sono veramente tante) potresti notare che comporta un investimento leggermente maggiore, ma quanto ti comporterà invece l’acquisto di una continua assistenza perché magari il tuo hosting provider non te ne fornisce una all’altezza?

Tutti i piani di hosting SiteGround a partire dallo StartUp ti offrono includono:

  • Sviluppo di 1 sito web
  • 10 GB si spazio hosting
  • Adatto dalle 10.000 visite in su
  • Domini gratis per il primo anno
  • WordPress già installato nel piano
  • Aggiornamenti inclusi
  • Certificato per la sicurezza SSL incluso
  • Content delivery network con Cloudflare, per dare un’accelerata alla velocità di siti
  • Sistema di cache incluso
  • Database MYSQL
  • Garanzia di rimborso di 30 giorni

Il tutto ad un prezzo speciale di partenza di 5,99 € al mese.

Per accedere a SiteGround o dare un’occhiata ai suoi piani ti basta andare sul sito ufficiale, selezionare hosting WordPress e scegliere il piano che preferisci (se sei all’inizio e pensi di non avere molto traffico sul sito puoi partire con lo StartUp).

siteground prezzi

Una volta selezionato il piano clicca su acquista e partirà la procedura guidata in cui scegliere il nome del dominio.

scegli il dominio, siteground

Inserire i tuoi dati e il metodo di pagamento.

come acquistare un dominio con siteground

Quando hai completato la procedura ti arriveranno tutta una serie di messaggi sulla posta elettronica con i dati del tuo account, username e password per entrare all’interno di WordPress e i vari accessi al database.

Per entrare all’interno delle varie funzionalità di SiteGround e accedere WordPress entra all’interno del tuo account e troverai due voci:

  • Site tools: il pannello di controllo con tutte le funzionalità messe disposizione dal tuo piano.
  • Set di strumenti per WordPress: il pulsante che ti porta all’interno della bacheca della tua installazione di WordPress.

 

site tools e set di strumenti wordpress, siteground

Ora sei pronto per creare il tuo sito web.

Temi

Un altro elemento fondamentale che mi fa scegliere WordPress.org è la possibilità di installare temi incredibili come Divi che non solo aiutano moltissimo nella costruzione del layout, utilizzando la logica del page builder.

Inseriscono in automatico anche tutta una serie di funzionalità che ti fanno risparmiare installazioni inutili di plugin, per esempio trovo assurdo che ci siano ancora temi che non abbiano incluso all’interno il modulo di contatto da inserire nelle tue pagine.

Con questo tema non solo avrai accesso ad una libreria di layout pronti, ma anche a tutta una serie di moduli che probabilmente non avresti mai con un tema classico o gratuito.

Ecco i moduli di Divi che le persone apprezzano di più:

  • Inserimento di titoli, testi, immagini e video ovunque tu voglia:;
  • Moduli di contatto completamente personalizzabili;
  • Sezioni con e-mail optin, cioè quei particolari moduli che puoi collegare al tuo sistema di e-mail marketing per raccogliere i contatti degli utenti;
  • Box con la mappa di Google Maps collegata al tuo eventuale ufficio, negozio, locale se hai un’attività locale;
  • Pulsanti completamente personalizzabili, oltre che nei colori anche con gradienti particolari che spesso con altri temi necessario implementare con il codice;
  • Modulo testimonianze per aumentare il coinvolgimento dei tuoi potenziali clienti;
  • Contatori vari con barre, contatore circolare e conto alla rovescia nel caso di offerte particolari;
  • L’inserimento dei commenti all’interno degli articoli (personalizzato come meglio preferisci, non quello di default di WordPress);
  • Galleria immagini e slider per immagini, motivo per cui viene adorato da tutti coloro che lavorano con il visual come fotografi, architetti, grafici, designer;
  • Plugin Premium ideati dagli stessi sviluppatori come Monarch (per abilitare la condivisione sui social) e Bloom per creare dei popup e fare lead generation.

 

Le funzionalità sono talmente tante che è impossibile elencarle tutte qui dentro senza spostare l’attenzione su questo tema, quindi se sei interessata ad approfondire ti invito a leggere la Recensione su Divi.

Plugin

L’ultimo elemento distintivo che caratterizza il mondo WordPress è proprio quello dei plugin, come ti dicevo sono dei programmi costituiti da codice che vanno d’implementare una funzionalità all’interno di un sito web.

La maggior parte dei plugin sono gratuiti, quindi inclusi e installabili all’interno di WordPress.org, mentre alcuni sono Premium e ti consentono di abilitare funzionalità speciali, come il plugin OptinMonster un vero e proprio sistema di marketing per creare Popup.

Domande frequenti

Dovrei usare WordPress.com o WordPress.org?

Se vuoi creare un blog dove semplicemente inserisci i tuoi pensieri personali poi sicuramente scegliere l’opzione con il piano gratuito di WordPress.com, ma nel caso in cui tu volessi creare un blog o un sito per promuovere un’attività o ancora per avere la possibilità futura di diventare un blogger ti consiglio di optare fin da subito su WordPress.org.

In fin dei conti, se ci pensi nel caso in cui il progetto non dovesse andare avresti investito solo circa 70 € nel piano hosting SiteGround e nel caso tu decidessi di prendere il tema Divi la versione annuale ha un costo equivalente in dollari di 70€.

Considera che queste cifre sono davvero irrisoria per tutti coloro che lanciano un business online e che investono migliaia (alcuni centinaia di migliaia ) di euro per farlo crescere.

WordPress.com e WordPress.org sono la stessa compagnia?

WordPress.com e WordPress.org non sono la stessa azienda, il software libero di WordPress nasce come programma open source, cioè disponibile a tutti da due sviluppatori Matt Mullenweg e Mike Little. In un secondo momento, Matt Mullenweg fondò l’azienda Automattic che distribuisce WordPress.com e fornisce un servizio differente su abbonamento.

Qual è più sicuro WordPress.com o WordPress.org?

Sicuramente per impostazione del server i piani della piattaforma WordPress.com sono più sicuri, perché già configurati dallo stesso servizio. In realtà, optando per dei servizi di hosting seri oggi è possibile mantenere comunque sicuro un sito web seguendo delle Best Practices.

Posso trasferire un sito da WordPress.com a WordpPress.org?

Sì è possibile trasferire un sito da WordPress.com WordPress.org, considera che è un po’ più complesso perché la piattaforma WordPress.com non ti consente di accedere ai file e al database del tuo sito. Quindi il trasferimento è un po’ più macchinoso.

Per trasferire un sito dovrai acquistare uno spazio web, per esempio su SiteGround, impostare il sito settando le impostazioni iniziali, installando il tema e i plugin e poi in seguito esportare i contenuti del vecchio sito e importarli nella sezione Strumenti – Importa.

Cosa scegliere tra Wix o WordPress?

Nell’ultimo periodo sta avendo un grande successo la piattaforma Wix, un costruttore di siti web già preimpostati che ti permette di realizzare le tue pagine. Come abbiamo visto con WordPress.com e ragionamento lo stesso anche per Wix, se l’obiettivo è quello di creare poche pagine per avere una sorta di biglietto da visita online qualsiasi piattaforma andrà bene.

Se vuoi realizzare un sito un blog che nel tempo possa crescere e darti dei risultati effettivi, WordPress.org è la scelta giusta.

Conclusione

All’interno di questo articolo dedicato a WordPress.org vs WordPress.com hai avuto una panoramica completa del software e della piattaforma, i sistemi più utilizzati al mondo per creare e gestire siti.

Ti ho parlato delle principali differenze e se ancora non ti ho convinto a scegliere WordPress.org ti invito a leggere e 50 motivi per cui scegliere WordPress.org.

E tu alla fine hai iniziato a creare il tuo sito?

Quale piattaforma hai scelto?

Scrivimi nei commenti, mi fa piacere condividere le tue impressioni e il tuo feedback.

Un saluto

Nadia

 

Nadia Kasa

Nadia Kasa

Blogger & SEO Specialist

Ciao! Ti do il benvenuto nel mio blog dove troverai tanti consigli su come creare un sito e soprattutto come farlo crescere grazie alla SEO, l’ottimizzazione per motori di ricerca.
Se hai bisogno di un alleato per posizionare il tuo sito dai un'occhiata al mio servizio di Consulenza SEO.

Cerchi un modo SEMPLICE per creare e gestire il tuo sito web?

👉 Scegli la tua grafica SPETTACOLARE tra +100 Layout per tutti i settori

👉 Non impazzisci dietro a 50 plugin

👉 Perfetto se parti da zero

Lo hanno già scelto 767.154 persone,
tu cosa vuoi fare?

Leggi anche questi articoli:

Hai qualche domanda? Lascia un commento.

Mi fa piacere rispondere alle tue domande e sapere cosa ne pensi dell’articolo, lascia un commento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto